26/09/2020

LA GIORNATA CALCISTICA DI IERI 1° DICEMBRE 2013

Dicembre 2, 2013 di  
Inserito in Calcio news, Serie A

 

la Juventus ha ripreso la sua marcia trionfale, che è stata il suo segno distintivo anche nei campionati scorsi, che le ha consentito di vincere due scudetti di fila. C’è da segnalare la definitiva consacrazione del navarro Llorente, ex  Atletico Bilbao, che è andato a segno contro l’ Udinese, che sta dando un rendimento superiore alle aspettative. Per la Juventus si è trattato di un acquisto veramente  azzeccato, a costo zero, complimenti a Marotta e a Paratici. La Roma dopo 10 vittorie consecutive, sembra essere afflitta dalla sindrome della “pareggite acuta”, siamo già il quarto pareggio di fila, ieri ha acciuffato sul finale il risultato di parità, ribaltando l’esito di una partita che sembrava persa. E ‘finita 1 a 1. La Roma ha protestato per un calcio di rigore non concesso. L’Inter non va oltre il pareggio nella partita disputata a San Siro contro la Sampdoria, che ha cambiato allenatore, sotto gli occhi del nuovo proprietario, l’indonesiano Thoir. Dopo un buon inizio, l’Inter si è afflosciata nella ripresa, consentendo alla Sampdoria di prendere il sopravvento e di pareggiare con un tiro da lontano di Renan. Il derby emiliano fra Parma e Bologna è finito anch’esso 1 a 1. La cura Corini, che è subentrato all’esonerato Sannino sembra funzionare, due partite sulla panchina del Chievo 6 punti, ieri i clivensi hanno “strapazzato” al Bentegodi di Verona il Livorno per 3 a 1. La panchina del tecnico livornese Davide Nicola, comincia a  traballare, pur essendo Nicola un bravo e giovane mister. Se la prendono con gli allenatori, ma volte è fatica a fare la marmellata con le ortiche. Conoscendo il presidente Spinelli, tutto è possibile. Il Sassuolo si sta dimostrando una bella realtà andando a pareggiare a Cagliari, confermando così il suo stato di forma. Il Sassuolo va in controtendenza rispetto al trend attuale che vede da parte delle squadre l’utilizzo di molti stranieri. Nel Sassuolo la maggioranza dei giocatori sono italiani. Da segnalare il giovane attaccante Simone Zaza. La partita è finita 2 a 2. Stasera ci sono altre due partite da giocare di un campionato che è più che mai “prigioniero” della formula chiamata “spezzatino”, che consiste per motivi televisivi, nello “spalmare” le partite in più giorni, dal venerdì sera fino al lunedì sera. Una partita sicuramente interessante sarà quella fra Lazio e Napoli, per  motivi differenti, il Napoli deve riprendere un cammino che si è interrotto, per la Lazio invece c’è d risolvere la questione Pektovic. Il tecnico bosniaco naturalizzato svizzero accetterà le proposte di diventare commissario tecnico della Svizzera oppure onorerà il suo contratto che lo lega alla Lazio?. E’ un mister di notevole spessore umano, ha fatto il volontario alla Caritas Svizzera.