25/11/2020

La ribellione dei giocatori del Cagliari

Ottobre 2, 2013 di  
Inserito in Cagliari, Calcio news

I giocatori del Cagliari si sono rotti i “maroni” di peregrinare da un campo all’altro della serie A, per disputare le partite di campionato. Il capitano della squadra Daniele Conti, figlio di Bruno Conti, che non ha  bisogno di presentazioni, si è reso interprete del malessere dei suoi colleghi, usando parole dure contro la situazione che i giocatori del Cagliari stanno vivendo da parecchio tempo. Daniele Conti ha detto a chiare lettere che sia lui che i  suoi colleghi ne hanno le “palle piene”, scusate il termine, di giocare a Trieste e che da due anni sono costretti a giocare praticamente in trasferta. Conti dice che giocare davanti ad estranei, senza i loro tifosi, è davvero dura. Conti ha lanciato un segnale forte che non esclude  il ricorso allo sciopero, Conti ha concluso dicendo che lui e i suoi colleghi hanno firmato per il Cagliari e hanno il diritto di giocare a Cagliari.