23/05/2017

Niente biscotto, Uruguay vincente e primo. Francia, flop totale

giugno 22, 2010 di  
Inserito in Mondiali 2010

Finisce con una penosa caduta di stile (l’ennesima), con “Monsieur” Domenech che, all’ultima uscita da ct (deo gratias), si rifiuta di stringere la mano al più illustre ed educato collega Parreira, il Mondiale da psicodramma della Francia. Gli isterici galletti collezionano l’ennesima figuraccia finendo ko contro i padroni di casa (2-1; a segno Khumalo e Mphela) e chiudendo l’avventura sudafricana nel segno dell’uno: uno come i punti in classifica e come i gol segnati nel torneo, il misero sigillo apposto da Malouda al 71′ dell’ultima, ormai inutile, sfida. Una rete che non è servita ad evitare il (giustificato) linciaggio di una nazionale e di un ct che, giova ricordarlo, qui non sarebbero nemmeno dovuti esserci. Ma che fredda le ultime speranze di un Sudafrica che esce a testa alta, altissima, e che per una buona mezz’ora ha cullato il sogno di un ribaltone impossibile.

– Classifica finale girone A-

Tra Messico e Uruguay, infatti, non c’è stato nessun biscotto, biscottino o pasticcino che dir si voglia. Alla faccia dei cattivi pensieri e delle malelingue. E’ stata partita vera, in cui la nazionale di Tabarez è riuscita a far bottino pieno, prendendosi con forza il primo posto ed evitando così lo scomodo incrocio con l’Argentina. Man of the match l’attaccante dell’Ajax Suarez, autore del gol partita al 43′. Il Messico, sull’onda delle notizie del doppio vantaggio sudafricano (altre due reti e sarebbe stata eliminazione) ha provato ad impattare il match, poi la rete di Malouda ha dato inizio alla grande festa. Contro ogni pronostico e con pieno merito, Uruguay e Messico volano agli ottavi (i sudamericani affronteranno un’altra sorpresa, la Corea del Sud) dove potranno recitare il ruolo di entusiaste e pericolose outsiders.