26/05/2017

Gironi, tutti i possibili scenari in vista degli ottavi

giugno 22, 2010 di  
Inserito in Mondiali 2010

Brasile e Olanda agli ottavi, Camerun e Corea del Nord già eliminate. Sono questi gli unici verdetti emessi dopo le prime due tornate di match da un Mondiale quanto mai equilibrato. All’imminente vigilia dell’ultima decisiva giornata, andiamo ad analizzare girone per girone i possibili scenari, tenendo conto del criterio fissato dalla Fifa in caso di arrivo a pari punti: differenza reti totale, reti segnate totali, scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, gol segnati negli scontri diretti, sorteggio.

– Consulta le classifiche gironi Mondiali 2010

GIRONE A– Il “biscottone” tra Messico e Uruguay garantirebbe ad entrambe il pass. Ma i centroamericani si ritroverebbero secondi, dovendosi poi incrociare con ogni probabilità con l’Argentina. Risiede qui l’unica speranza dell’isterica Francia, chiamata a vincere con 3 gol di scarto con il Sudafrica e sperare in un 2-0 dell’Uruguay o in un 3-0 del Messico. Uno scenario miracoloso che lascia ben poche speranze al derelitto Domenech.

GIRONE B– Un punto e saranno ottavi per l’Argentina. Che può permettersi anche un ko con 2 gol di scarto con la Grecia per conservare il primo posto. Alla Corea del Sud, se la band Maradona non farà scherzi, basta un pareggio (possibilmente con tanti gol) con la Nigeria, che però non è ancora tagliata fuori: in caso di vittoria e (possibilissimo) arrivo a pari punti con coreani e greci conterà la differenza reti.

GIRONE C– Tutto in ballo anche qui. L’Inghilterra non può sbagliare con la Slovenia, pena una clamorosa eliminazione: servono i tre punti. Ma la nazionale di Kek ha due risultati su tre per assicurarsi gli ottavi. Gli Usa cercheranno invece una vittoria sull’Algeria che gli garantirebbe l’ingresso nelle prime 16. Più duro il compito dei maghrebini: devono sconfiggere gli statunitensi e tifare Slovenia sperando che blocchi i Leoni di Capello.

GIRONE D– Ancora più equilibrato ed intricato il girone D. GhanaGermania si giocano il tutto per tutto in un affascinante scontro diretto: chi vince si aggiudica il girone, chi perde resta fuori al 90%. Gli africani hanno comunque due risultati su tre. Se la sfida finisce in parità, la Serbia può ancora arrivare prima battendo l’Australia. Che a sua volta con un successo e una contemporanea vittoria degli africani passerebbe il turno.

GIRONE E– Ormai tutto scritto con l’Olanda avanti e il Camerun già eliminato. Danimarca e Giappone si giocano la seconda piazza nello scontro diretto. Agli asiatici basta un pari in virtù della differenza reti favorevole.

GIRONE F– Vincere. E’ l’imperativo dell’Italia contro la Slovacchia. In caso di terzo e sconsolante pareggino, dovremo tifare Paraguay, perchè se la Nuova Zelanda strapperà un punto segnando più reti degli azzurri sarà prematura (e scottante) eliminazione. Altrimenti, si dovrà ricorrere al sorteggio. Il Paraguay, se i campioni del mondo non si sveglieranno e trionferanno in goleada, chiuderà primo anche con un pari.

GIRONE GBrasile e Portogallo hanno un piede e mezzo negli ottavi, con i carioca ad un punto dal primo posto. La Costa d’Avorio può solo sperare in un largo successo sui coreani già estromessi e un sonoro tonfo dei lusitani con i verdeoro.

GIRONE H– E’ il raggruppamento dei paradossi. Il Cile è a punteggio pieno, esprime un ottimo calcio, ma rischia di rimanere fuori. Mentre l’Honduras, ancora a quota zero, non è affatto spacciato. Se la nazionale di Bielsa uscirà sconfitta con due gol di scarto dal match con la rediviva Spagna (che non può permettersi altro risultato che la vittoria per non rischiare) e la Svizzera batterà l’Honduras, sarà costretta a fare le valigie. I centroamericani, invece, con un bel 2-0 sugli elvetici e un ko dei campioni d’Europa, entreranno a sorpresa nel top 16. Incredibile dictu.