18/08/2017

L’Argentina non fa sconti. Anche la Corea del Sud agli ottavi

giugno 22, 2010 di  
Inserito in Mondiali 2010

Pur imbottita di riserve (se così possiamo chiamarle) ed andando al piccolo trotto, l’Argentina di Maradona non fa sconti nemmeno alla Grecia, chiudendo il girone in bellezza a punteggio pieno con un 2-0 facile facile. Un successo targato Demichelis e Martin Palermo, gli uomini tanto voluti da Maradona, sebbene la convocazione dell’attaccante del Boca destasse più di una perplessità. Un elemento che non può essere una coincidenza, ma che anzi suona come un chiaro messaggio alla concorrenza: è la volta buona, i favoriti siamo noi. D’altronde, alzi la mano chi ha visto una nazionale capace di esprimere un calcio migliore dell’Albiceleste (il Brasile?), che può permettersi di cambiare sette interpreti senza perdere in qualità e che può risolvere la partita in ogni momento con un giocatore chiamato Lionel Messi (suo lo zampino sul gol del Loco). Avanza col passo da grande l’Argentina, e di conseguenza si spengono i sogni di una tosta e mai arrendevole Grecia. Qualche km più in là, festeggia il successo argentino anche felice la Corea del Sud. Gli asiatici impattano 2-2 con la Nigeria rimontando la rete di Uche con Lee Yung Soo e Park Chu Young prima di farsi riacciuffare da un rigore trasformato da Yakubu.  I coreani rischiano il fatale sorpasso nel finale (pericolosissimo Martins), ma tengono botta e ottengono il pass per gli ottavi, dove affronteranno l’Uruguay. La nazionale di Maradona, invece, se la vedrà col Messico.

– Guarda il tabellone ottavi Mondiali 2010