29/05/2017

Sorpresa Serbia. La Germania si complica la vita

giugno 18, 2010 di  
Inserito in Mondiali 2010

Port Elizabeth – Da un esordio col botto ad un’inaspettato scivolone. Può davvero cambiare in fretta la vita ad un Mondiale, e la Germania, la squadra che più aveva impressionato nella prima tornata di match (sonante poker all’Australia), se n’è accorta oggi in un pomeriggio da dimenticare in fretta. In un solo minuto il destino incrociato di tedeschi e serbi cambia radicalmente: il rosso (eccessivo?) per doppia ammonizione a Klose, subito dopo il gol vittoria di Jovanovic. E poi il rigore di Podolski bloccato da Stojkovic e la traversa di Khedira, a conferma che per la nazionale di Loew proprio non era giornata. Esulta dunque la Serbia, che legittima il successo con i legni centrati da Zigic e Jovanovic tornando inaspettatamente in corsa dopo il ko con il Ghana.

– Vedi tutti i risultati Mondiali 2010 e le classifiche gironi –

Tutto in un minuto– Pronti via e la partita è subito piacevole. La Germania punge con Mueller e Ozil, ma la Serbia, tutt’altra cosa rispetto all’esordio, replica alle rime con Krasic e ‘tiene botta’ dietro. Il match è intenso, e Undiano Mallenco non risparmia nessun cartellino. Un metro di gara rigido che costa a Klose una fatale doppia ammonizione intorno alla mezz’ora. Un ‘cadeau’ che la Serbia coglie al volo con un’azione da manuale. Krasic centra per Zigic, sponda del ‘pennellone’ per Jovanovic che trafigge Neuer (38′).

Legni e rigore sbagliato– Nonostante l’inferiorità numerica, la nazionale di Loew non ci sta. E carica a testa bassa. Khedira scuote la traversa, Mueller e Podolski hanno la mira sballata. La Serbia incassa e rischia di crollare sull’ingenuità di Vidic (inutilissimo mani in area): Podolski, però, non ne approfitta, sparando addosso a Stojkovic. Loew le prova proprio tutte (dentro Cacau, Marin e Gomez), ma dopo il penalty fallito è la formazione di Antic ad avere le chanches più ghiotte. E’ sempre uno scatenato Krasic ad innescare il duo d’attacco Zigic- Jovanovic, le cui conclusioni si stampano su montante e palo della porta di Neuer. La Serbia vince anche il conto dei legni, ma soprattutto riapre a sorpresa i giochi del girone D.

ARTICOLI CORRELATI GIRONE D
Germania – Australia 4-0
Serbia – Ghana 0-1