24/06/2017

Forlan ispira l’Uruguay. Tris al Sudafrica

giugno 16, 2010 di  
Inserito in Mondiali 2010

Johannesburg– Tre gol per spegnere le vuvuzelas e lanciarsi alla grande verso gli ottavi. E’ senza storia il primo match della seconda giornata dei Mondiali. Il Sudafrica deve inchinarsi alla maggiore organizzazione dell’Uruguay e alla verve del suo bomber e leader Diego Forlan. L’attaccante dell’Atletico Madrid apre e chiude le danze con una doppietta che lo spedisce in testa alla classifica cannonieri prima del tris finale di Alvaro Pereira. La nazionale di Tabarez vola in vetta al girone A con 4 punti, mentre i padroni di casa vedono forse spegnersi definitivamente il loro sogno mondiale.

– Guarda il calendario Mondiali e la classifica del girone A e gli highlights del match

La cronaca– Fino alla prima rete di Forlan, il match è molto tattico. Si capisce da subito, però, che la formazione di Tabarez è più squadra, mentre i Bafana Bafana si limitano a controllare gli attacchi avversari. Compitino che riesce nel suo intento fino all’episodio che ribalta la partita come un calzino: Forlan s’inventa un gran tiro dalla distanza, trova l’ausilio della deviazione decisiva di Mokoena e beffa Khune. Sotto di un gol, il Sudafrica abbozza una reazione, ma le folate offensive di Tshabalala rimangono fuochi di paglia. L’Uruguay continua a menare le danze senza patemi, sfiora il 2-0 con l’attivissimo Suarez e rischia solo su un colpo di testa di Mphela. E all’80’ rifila la mazzata definitiva ai 90mila dell’Ellis Park: Suarez salta secco Khune, procurandosi un rigore e costringendo il direttore di gara ad estrarre il rosso per il numero uno di casa. Forlan trasforma per la personale doppietta, nei titoli di coda c’è gloria anche per Pereira. L’Ellis Park si svuota e l’eco delle vuvuzelas non si avverte più.