26/05/2017

Italia, buon esordio. Ma col Paraguay è solo pari

giugno 15, 2010 di  
Inserito in Italia, Mondiali 2010

Città del Capo– Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Quando dalla roulette di una partita di calcio esce un pareggio la domanda è sempre la stessa. Come giudicare allora l’1-1 con cui gli azzurri hanno esordito al Mondiale contro il Paraguay? Bene, se consideriamo lo spavento preso dopo l’immeritato vantaggio sudamericano targato Alcaraz. Sotto la pioggia battente e senza un uomo in grado d’inventare la giocata risolutiva, la zampata di De Rossi (su uscita errata di Villar) vale oro colato. Male, invece, se pensiamo che il Paraguay passa al primo tiro in porta dopo mezz’ora di dominio (sterile) dei nostri e non ha fatto molto di più per legittimare il punto conquistato. L’1-1 contro l’avversario più temibile del girone lascia comunque inalterato qualsiasi discorso in ottica qualificazione.

– Guarda i risultati Mondiali 2010 e la classifica girone F Mondiali

Doccia gelata– L’Italia, infatti, inizia l’incontro con l’approccio giusto. De Rossi e un positivissimo Montolivo (passato a pieni voti l’esame di maturità come vice Pirlo) tengono le redini del centrocampo, Criscito spinge a sinistra e Pepe corre come un dannato. In ombra, invece, Gilardino, Iaquinta e Marchisio, che non collega centrocampo e attacco come richiestogli da Lippi. Gli azzurri schiacciano i sudamericani nella loro metà campo, ma non trovano la scintilla giusta. E così, dopo un’occasione sciupata da Montolivo, arriva la doccia fredda: su punizione tagliata di Torres, Alcaraz sbuca tra De Rossi e Cannavaro e infila Buffon. Incredibile ma vero, l’Italia si ritrova sotto all’intervallo.

Sospiro di sollievo– Dagli spogliatoi il numero uno azzurro non rientra a causa di un risentimento al nervo sciatico; al suo posto Marchetti. La band Lippi abbozza una reazione, ma è più nervosa che altro, perciò il ct tenta la carta Camoranesi per uno spento Marchisio. Fortuna allora, che al 18′ Villar ci regala il pari bucando l’uscita su corner: De Rossi è il più rapido di tutti a scacciare i fantasmi di un’immeritata sconfitta. Ora gli azzurri ci credono (dentro Di Natale per Gilardino), Montolivo tenta l’eurogol dalla distanza ma Villar si riscatta deviando in angolo. Con un pizzico in più di creatività (cercasi fantasista) e incisività (Pazzini scalpita) quest’Italia compatta, muscolare e in crescita sotto il profilo atletico può (come sempre) fare strada.

ITALIA-PARAGUAY 1-1 (0-1)

MARCATORI: Alcaraz (P) al 39’ p.t.; De Rossi (I) al 18’ s.t.

ITALIA (4-2-3-1): Buffon (dal 1’ s.t. Marchetti); Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Criscito; De Rossi, Montolivo; Pepe, Marchisio (dal 14’ s.t. Camoranesi), Iaquinta; Gilardino (dal 28’ s.t. Di Natale). (De Sanctis, Maggio, Bonucci, Bocchetti, Pirlo, Palombo, Gattuso, Di Natale, Quagliarella, Pazzini). All. Lippi.

PARAGUAY (4-4-2): Villar; Veron, Da Silva, Alcaraz, Morel; Vera, Riveros, Caceres, Torres (dal 15’ s.t. Santana); Barrios (dal 31’ s.t. Cardozo), Valdez (dal 23’ s.t. Santa Cruz). (Barreto, Bobadilla, Caniza, Caceres, Bonet, Ortigoza, Barreto, Benitez, Gamarra). All. Martino.

ARBITRO: Archundia (Mes)
NOTE: spettatori 62.869. Ammoniti Caceres, Camoranesi. Recupero: 1’ p.t.; 3′ s.t.