23/10/2017

Corea da applausi. Il Brasile vince ma non incanta

giugno 15, 2010 di  
Inserito in Mondiali 2010

Johannesburg– Tutto qui? Il Brasile delle stelle fatica oltremodo per mandare ko i semisconosciuti coreani (del nord), battendoli soltanto 2-1. Alla faccia di chi aveva pronosticato un’agevole goleada, Dunga deve ringraziare Maicon, autore della prodezza (con la complicità del portiere avversario) che sblocca un match inaspettatamente rognoso. Per un’oretta, infatti, gli asiatici ingabbiano una Seleçao lenta e prevedibile, quasi da sbadigli. Il gioiello dell’interista facilita il compito dei pentacampeao, che raddoppiano con Elano ma subiscono nel finale lo storico gol di Ji Yun. Insomma, arrivano i tre punti ma Dunga e i brasiliani non possono certo ritenersi soddisfatti per questa opaca prestazione.

– Guarda i risultati Mondiali Sudafrica di oggi e le classifiche dei gironi Mondiali

Cronaca– Lento, prevedibile e sornione. E’ il Brasile del primo tempo. Robinho va a sprazzi, Kakà è quello spento del Real, Luis Fabiano non punge. La formazione di Dunga facilita il compito dei coreani, abili a chiudersi a riccio senza disdegnare qualche sortita offensiva. Lo 0-o dei primi 45′ non deve dunque sorprendere. Nella ripresa i carioca ci mettono un pò più di brio, ma è solo con un’invenzione di Maicon (esterno destro da posizione impossibile che trova il pertugio lasciato colpevolmente sguarnito da Ri Myong Guk) che la Seleçao sblocca il punteggio. Acquisito il vantaggio, gli uomini di Dunga tornano a giostrare il gioco a ritmi bassi, trovando il raddoppio con Elano su splendido suggerimento di Robinho. Titoli di coda? No, perchè  Ji Yun accorcia clamorosamente le distanze con un bel sinistro (89′) rendendo indimenticabile il suo debutto mondiale. Nel finale, la volenterosa Corea del Nord prova addirittura a spaventare i campioni verdeoro, ma l’ultima conclusione è sballata. Un errore che non cambia di una virgola la mezza impresa firmata dalla nazionale di Kim Jong Hun.

BRASILE-COREA DEL NORD 2-1 (0-0)

MARCATORI: 10′ Maicon (B), 27′ Elano (B), 44′ st Ji Yun (C)

BRASILE (4-2-3-1): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Juan, Bastos; Gilberto Silva, Felipe Melo (39’st Ramires); Elano (27’st Dani Alves), Kakà (33’st Nilmar), Robinho; Luis Fabiano. (Doni, Luisao, Thiago Silva, Josuè, Baptista, Kleberson, Grafite). All. Dunga 6.

COREA DEL NORD (5-3-2): Ri Myong Guk; Cha Jong Hyok, Pak Chol In, Ri Jun Il, Ri Kwang Chon, Ji Yun Nam; Mun In Guk (dal 35’ s.t. Kim Kum Il), An Yong Hak, Pak Nam Chol; Jong Tae Se, Hong Yong Jo. All. Kim Jong Hun.

ARBITRO: Kassai (Hun).
NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni, spettatori 65.000. Ammonito Ramires (B). Angoli: 7-3 per il Brasile. Recupero: 0’pt, 2’st.