30/04/2017

L’Urbe ha di nuovo un Imperatore. Adriano-Roma, manca solo la firma

maggio 28, 2010 di  
Inserito in Calciomercato news, Roma

Ad un anno e due mesi dal traumatico addio, Adriano torna in Italia. Per tornare ad essere imperatore nella città per eccellenza degli imperatori, Roma. L’ormai ex attaccante del Flamengo è praticamente un giocatore giallorosso, manca soltanto la fatidica firma che potrebbe arrivare il prossimo 6 giugno. Lo confermano gli ultimi gesti del bomber (il saluto ai compagni del Mengao, gli ultimi due match di Brasileirao disertati e l’addio senza troppi rimpianti della torcida rossonera) e le parole di Pradè e Rosella Sensi (“Cerchiamo di essere fiduciosi. Ci vedremo i primi di giugno, e speriamo bene“). D’altronde l’accordo c’è già: 3,5 milioni di euro per 3 anni più una speciale “clausola comportamentale” secondo la quale il club capitolino si riserva il diritto di rescindere il contratto in qualsiasi momento, qualora Adriano si comportasse in modo poco professionale fuori dal campo.
La più grande incognita dietro a questa operazione di calciomercato è infatti la condizione fisica dell’ex interista, per non parlare delle sue abitudini festaiole. Sovrappeso già da alcuni mesi, in patria si è guadagnato l’appellativo riservato tempo a fa a Ronaldo: “gordo”. Chili di troppo e scarso rendimento in campo che hanno di fatto rotto l’idillio tra il giocatore la tifoseria flamenguista, che lo ringrazia comunque per il titolo nazionale conquistato nel 2009. Quindi, spetta ora ad Adriano dimostrare il suo (indubbio) valore, di essere maturato ed uscito da quel lunghissimo tunnel imbucato all’Inter. “Sono felice di tornare nella città degli imperatori – ha dichiarato l’attaccante – Non c’è nessun altro posto come l’Italia dove potrò veramente dimostrare che mi sono ripreso: lo dovevo agli italiani. Non mi sento all’altezza di un grande come Totti, non posso paragonarmi a lui: però mi sforzerò di essere alla sua altezza e penso che potrò contribuire a fare della Roma la grande squadra che è sempre stata“. Vedremo se la rischiosa scommessa giallorossa si rivelerà azzeccata o meno.



Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->