24/06/2017

Lecce, festa ancora rinviata. Cittadella vola ai play-off

maggio 24, 2010 di  
Inserito in Serie B

In serie B non ci si annoia proprio mai. Il Lecce, dato in A già da un paio di settimane, stecca ancora l’appuntamento con la promozione. Il Cittadella mette il sigillo su una stagione incredibile strappando il pass per i play-off. Brescia e Cesena continuano la loro lotta per il secondo posto. E in coda otto squadre sono ancora in lizza per evitare i play-out e la retrocessione diretta. Domenica ci aspettano quindi 90 minuti di fuoco. Con una trama ancora tutta da scrivere.

Innanzitutto, gli inaspettati patemi del Lecce. I giallorossi di De Canio, dopo il ko casalingo con il Cesena, s’inceppano pure a Vicenza (0-0) rinviando ancora la grande festa. Sembrava fatta soltanto due settimane fa. Ora, invece, i salentini, pur necessitando di un solo punticino, non possono dormire sonni tranquilli. Al Via del Mare, infatti, salirà un Sassuolo sicuro dei play-off (grazie al 3-2 sull’Empoli) ma non ancora del preziosissimo quarto posto. Un’inopinata sconfitta, se abbinata ad un doppio successo di Cesena e Brescia, potrebbe clamorosamente spedire i giallorossi ai play-off. Uno scenario che in Salento non vogliono nemmeno prendere in considerazione.
A proposito, Rondinelle e bianconeri proseguono il loro appassionante duello a distanza per la seconda piazza. Gli uomini di Iachini conservano il loro punto di vantaggio battendo senza patemi la già retrocessa Salernitana (3-0), i romagnoli tengono vivo il loro sogno (tornare nella massima serie dopo 20 anni d’assenza, per di più da neopromossi)  piegando il Modena (2-1). Si deciderà tutto negli ultimi 90 minuti: la band Bisoli andrà a far visita ad un Piacenza già salvo (4-1 al Gallipoli ieri), mentre il Brescia andrà sul campo di un Padova in piena bagarre salvezza. I biancoscudati, grazie agli ultimi due successi su Albinoleffe (2-1) e Ascoli, hanno superato il Mantova lasciandosi alle spalle il fatale terz’ultimo posto, ma non hanno ancora  i play-out in pugno. La battaglia è assicurata.

La lotta per la promozione e la salvezza, dunque, è legata a doppio filo. Dal risultato di Padova dipenderà il destino dei virgiliani, chiamati a vincere ad Ancona (in piena caduta libera ma non ancora salvo), sperando che i veneti non facciano bottino pieno. Impresa dura, mentre Frosinone, Reggina, Modena, Vicenza e Triestina cercheranno di evitare i play-out. Gli alabardati rischiano più di tutti, dato che affronteranno un Frosinone a cui basta un pari per salvarsi. Per le altre, invece, tra scontri con squadre senza obiettivi (Reggina-Albinoleffe) o già retrocesse (Salernitana-Vicenza, Modena-Gallipoli), il compito sembra più agevole. Ma in B mai dire mai.

Capitolo a parte merita il Cittadella dei miracoli. I veneti stendono nella sfida decisiva l’altra bella sorpresa stagionale, il Crotone (3-0), con una doppietta del solito Ardemagni (21° e 22° centro in campionato) e si assicurano lo storico pass per i play-off, balzando addirittura al quinto posto. Posizione da difendere domenica a Torino in una griglia play-off tutta da definire. Entrambe le formazioni, insieme al Sassuolo, possono infatti chiudere dal quarto al sesto posto.  Per ora, l’ultima delle pretendenti alla A è proprio il Toro. Soltanto un exploit finale potrà svoltare la stagione deludente di una squadra da cui ci si aspettava molto di più che il semplice ingresso negli spareggi promozione.