23/11/2017

Sale la febbre da Cagliari-Juve

novembre 28, 2009 di  
Inserito in Calcio news

Domenica 29 novembre,alle ore 15, il Cagliari riceve la Juventus seconda in classifica per la quattordicesima giornata del campionato di serie A. Si tratta forse della partita più attesa dai tifosi rossoblù, che in meno di due giorni si sono assicurati tutti i tagliandi disponibili per la partita. Il vecchio S. Elia sarà dunque gremito in ogni ordine di posti, per quello che a buon diritto può essere considerato un big match, vista la posizione in classifica dei sardi (ottavo posto con 19 punti, a soli 8 dalla Juventus). Il Cagliari di Allegri si presenta alla sfida in gran forma, forte di un gioco spumeggiante che raccoglie applausi in tutt’ Italia; basti pensare all’incredibile sconfitta di domenica scorsa in casa del Milan, per la quale i rossoblù hanno senz’altro da recriminare. La vittoria contro la Signora manca dal campionato 1998-99, quando un gol di Daniele Berretta stese una Juve allo sbando. La scorsa stagione furono invece i bianconeri a imporsi 1a0 con rete di Amauri. La settimana di allenamenti dei rossoblù si è svolta senza intoppi, anzi l’infermeria è ormai praticamente vuota: il solo Marzoratti continua a lavorare a parte, mentre Matri e Pisano hanno completamente recuperato. Se per il centravanti è prevista la solita staffetta con Nenè (5 reti a testa finora), per il terzino selargino dovrebbe essere finalmente l’ora dell’impiego dal primo minuto. Per il resto la formazione non presenterà sorprese, visto anche il rientro di Cossu dopo un turno di squalifica. L’attesa di società e tifosi è davvero spasmodica, c’è la possibilità di battere una Signora non brillantissima e il tecnico Allegri vuole giocarsi tutte le sue carte per ottenere un altro risultato storico. Dal canto suo la Juventus arriva in Sardegna dopo la bruciante sconfitta in Champions in casa del Bordeaux (0a2) che rimanda il discorso qualificazione all’ultimo turno del girone.
I bianconeri vorranno dunque rifarsi con i tre punti, per non perdere la scia dell’ Inter e soprattutto per ritrovare un pò di convinzione. Ferrara, viste le numerose defezioni in avanti (Amauri, Iaquinta, Trezeguet) è tentato dal proporre in avanti la coppia-fantasia Diego- Del piero, mentre in difesa e a centrocampo pare intenzionato a non cambiare nulla rispetto alle ultime uscite. Il tecnico juventino non vuole sentir parlare di stanchezza, una vittoria a Cagliari sarebbe fondamentale a sette giorni dalla supersfida con la capolista Inter, ma di fronte troverà un Cagliari assetato di punti e bel gioco che certamente venderà cara la pelle.