28/07/2017

Serie A 2009/2010 – terza giornata

settembre 14, 2009 di  
Inserito in Atalanta, Calcio news, Genoa, Napoli, Sampdoria, Serie A

Lanterna

Non c’è dubbio che la notizia della settimana sia la Genova calcistica in testa alla classifica di serie A. Genoa e Sampdoria inanellano la terza vittoria su tre incontri e in coabitazione con la Juventus guardano tutte le altre dall’alto. Si tratta probabilmente di una situazione provvisoria, di certo tappa importante della rivalutazione delle due squadre, iniziata ormai qualche anno fa. Non ha molto senso andare a commentare la classifica delle altre, in quanto i distacchi sono esigui e le giornate giocate troppo poche. Per ora i tifosi genovesi se la godono e hanno tutte le ragioni per farlo.

Genoa-Napoli 4-1

Il Genoa vince e convince contro un Napoli ancora una volta poco attento a cogliere le occasioni. Da subito la partita è bella e ricca di occasioni. Nemmeno l’espulsione di Criscito (apparsa esagerata visti i numerosi vaff… scanditi un po’ dappertutto sui campi. Un po’ di uniformità di giudizio sarebbe necessaria) rallenta i ritmi.  Il Napoli sfrutta la  superiorità e passa per primo con un bel gol di Hamšik servito magistralmente da Quagliarella nello stretto. I rossoblù non si scompongono e prima del riposo pareggiano con un rigore concesso per un fallo (dubbio) di Campagnaro su Sculli. L’ex sampdoriano nell’occasione viene espulso e l’esordiente  Floccari pareggia mandando in delirio Marassi.

La ripresa è un monologo dei ragazzi di Gasperini, troppo affamati per concedere al Napoli qualunque possibilità. Al cinquantacinquesimo Amelia pesca sulla sinistra Mesto che stoppa, rientra verso il centro e segna con un siluro dalla distanza. Gli azzurri a questo punto si sbilanciano alla ricerca del pareggio, costruendo un paio di buone occasioni, ma è ancora il Genoa a colpire in contropiede, prima con Crespo, servito da Palacio al settantacinquesimo, e poi con un altro rigore, questa volta messo a segno da Kharja allo scadere.

I rossoblù continuano con il ritmo casalingo della scorsa stagione, e cominciano a sognare. Il Napoli invece conferma i suoi limiti in trasferta con due sconfitte su due partite giocate e sette gol subiti.

Atalanta-Sampdoria 0-1

Continua anche la marcia della Samp di Del Neri, solida, bella  e fortunata.

Solida perché in grado di costruire comunque qualche buona occasione in un primo tempo controllato dall”Atalanta, che sfiora il gol con Padoin e Ceravolo,  e perché capace di giocare bene anche in dieci dopo l’espulsione di Tissone a inizio ripresa.

Bella per il bel gioco, che si trasforma in oro al diciottesimo della ripresa, quando Cassano semina mezza difesa orobica e serve a Mannini, secondo gol consecutivo per l’esterno ex Napoli, la palla d’oro per l ‘uno a zero.  Bella anche nella forma degli interventi di Castellazzi, vera saracinesca nel secondo tempo.

Fortunata perché in grado di sopravvivere indenne all’arrembante reazione dell’Atalanta che prima spreca con Doni, e poi colpisce due pali clamorosi con Valdes e Tiribocchi a tempo scaduto. La fortuna aiuta gli audaci, si dice. Per ora la Sampdoria incarna perfettamente il detto e vince. L’Atalanta invece avrebbe bisogno di un buon risultato per scacciare i fantasmi dell’ultimo, immeritatissimo, posto in classifica. Per ora il debito con la fortuna della Dea cresce.

Risultati

Livorno-MIlano 0-0; Lazio-Juventus 0-2; Atalanta-Sampdoria 0-1; Palermo-Bari 1-1; Siena-Roma 1-2; Fiorentina-Cagliari 1-0; Inter-Parma 2-0; Bologna-Chievo 0-2; Udinese-Catania 4-2; Genoa-Napoli 4-1

Classifica

Genoa, Juventus, Sampdoria 9; Fiorentina, Inter 7; Lazio 6; Milan, Palermo, Parma, Udinese 4; Bari, Chievo, Napoli, Roma, Siena 3; Bologna, Livorno 2; Cagliari 1; Atalanta, Catania 0