28/04/2017

“Yes, we can”: impresa Usa. Spagna dei record, addio sogni di gloria

giugno 25, 2009 di  
Inserito in Confederations Cup

dempsey-usa

Dempsey, autore del gol del 2-0

BLOEMFONTEIN – Nella prima semifinale di Confederations Cup sorprendente vittoria degli Stati Uniti che prevalgono sulla favorita Spagna per 2-o. Le reti sono state messe a segno da Altidore al 27′ del primo tempo e di Dempsey al 29′ della ripresa. La striscia utile (e di  15 vittorie consecutive) della Spagna si ferma a 35 in modo alquanto inaspettato.
guarda il video dell’impresa sul nostro profilo di Facebook cliccando QUI

Avvio “stelle e strisce”:  La partita dal primo secondo ha una dinamica totalmente inaspattata. Gli Usa hanno un atteggiamento tutt’altro che remissivo e si giocano la partita con grande intensità e agonismo mettendo in difficoltà una Spagna alquanto sorpresa da questo andamento. Gli americani,  grazie al movimento di Donovan e del guizzante Davies, creano diversi grattacapi alla retroguardia iberica. Nei primi 15 minuti gli Usa fanno il forcing e le “furie rosse” stanno a guardare giocando ad un ritmo molto compassato. Il goal del meritato vantaggio arriva al minuto 27 con Altidore che vince il contrasto fisico con Capdevilla e trafigge Casillas con un tiro potente ma non molto angolato su cui il portiere spagnolo ha le sue responsabilità. La Spagna reagisce in maniera immediata ma sconclusionata e il primo tempo si conclude 1-0 per gli americani.

Usa all’Italiana: Nella ripresa il forcing della Spagna si fa sempre più insistente con la squadra iberica che sfrutta meglio le corsie laterali, soprattutto con Ramos, creando un numero innumerevoli di calci d’angolo a proprio favore. Villa e Xavi si rendono molto pericolosi dalle parti di Howard ma il portiere americano è bravo a sventare le minacce. Gli Usa adottano una tattica all’Italiana aspettando i propri avversari cercando una ripartenza ben congeniata per chiudere il conto. Ed è proprio quello che accade: da un contropiede ben organizzato cross di Donovan dalla destra, deviato,  Sergio Ramos si addormenta, e Dempsey lo anticipa a un metro dalla porta vuota e mette dentro il 2-0. La Spagna prova l’assalto all’arma bianca ma non c’è niente da fare neanche l’espulsione di Bradley aiuta le furie rosse. La partita termina con un sorprendente 2-0 a favore degli Usa con la Spagna che non va in finale forse anche per colpa di troppa supponenza.