20/09/2017

Il Sudafrica sfiora l’impresa e si arrende a Dani Alves

giugno 25, 2009 di  
Inserito in Confederations Cup

daniel alves

Dani Alves regala la finale al Brasile

JOHANNESBURG – Due sorprese in due partite sarebbero state troppe. Dopo la clamorosa eliminazione della Spagna da parte degli USA, anche il Sudafrica va vicino all’impresa di eliminare il Brasile ed accedere alla storica finale di Confederation Cup. Ma stavolta il miracolo non riesce. I Bafana Bafana tengono bene il campo e sfiorano più volte il gol del vantaggio, frenati dall’imprecisione e da un grande Julio Cesar, ma nel finale vengono puniti, al di là delle loro colpe, da una punizione-gioiello di Dani Alves. Il Sudafrica dovrà quindi accontentarsi della finale per il terzo posto contro la Spagna, mentre la Seleçao disputerà la sua quarta finale in questa competizione.
guarda gli highlights del match sul nostro profilo di Facebook cliccando QUI

BRASILE, CHE FATICA! – Il Sudafrica parte subito meglio, dimostrandosi squadra tecnica e valida. I verdeoro fanno, come di consueto, un gran possesso palla ma non riescono a pungere. I sudafricani, invece, cominciano da subito a collezionare occasioni: prima Gaxa con un destro incrociato, poi Mokoena di testa e infine Pienaar, con un gran tiro di poco a lato. Il Brasile si mantiene su ritmi lenti e i propri fuoriclasse sembrano spenti e privi di idee. Solo dopo mezz’ora di gioco si intravede Kakà, che salta due avversari ed esplode un destro che finisce di poco fuori. Tuttavia la Seleçao continua a non convincere. Si va all’intervallo sullo 0-0, risultato che sta decisamente stretto ai Bafana.

LA RIPRESA – Il secondo tempo inizia sulla stessa falsariga del primo e i ritmi, se possibile, sono ancora più blandi. I verdeoro sembrano lontani parenti di quelli che, solo pochi giorni fa, hanno umiliato la nazionale azzurra. Robinho e Luis Fabiano non riescono ad incidere sul match e Dunga non è repentino nei cambi. A questo punto, il Sudafrica inizia a crederci, nonostante l’assenza di un vero centravanti e le precarie condizioni di Parker. Ci prova Modise con un tiro deviato da Luisao. Nell’occasione, Julio Cesar si supera e para con un grande riflesso. Ma Dunga indovina il cambio giusto. Fuori Andre Santos e dentro Dani Alves, schierato al suo posto a sinistra. A 43′ arriva il gol con un destro violento su punzione. 1-0, massimo risultato con il minimo sforzo. Domenica, in questo stesso stadio, si giocherà Brasile – USA.