24/04/2017

Under 21, semifinale e primo posto. Adesso la Germania

giugno 23, 2009 di  
Inserito in Calcio giovanile, Italia

beijing6

Acquafresca, doppietta per lui

HELSINGBORG – Gli azzurrini di Casiraghi, oltre a dover centrare il primo posto e le semifinali dell’Europeo di categoria, hanno il difficile compito di far dimenticare il disastroso momento della nazionale maggiore. La situazione nel girone è piuttosto equilibrata, con 4 squadre potenzialmente ancora in corsa per la qualificazione. Si rivela dunque inutile il 3-1 rifilato dalla Svezia alla Serbia. Il 2-1 dell’Italia sulla Bielorussia, infatti, ricaccia gli svedesi al secondo posto e delinea gli accoppiamenti per il prossimo turno. La squadra di casa affronterà dunque l’Inghilterra, squadra indubbiamente più in forma e di maggior qualità, mentre gli azzurrini se la vedranno con la Germania. E’ la prima semifinale centrata da Casiraghi.
-guarda il video del successo azzurro-

IL MATCH – Il ct azzurro deve fare i conti con la pesante squalifica di Balotelli e si affida quindi ad Abate, posizionato sulla corsia di destra, con Giovinco a sinistra ed Acquafresca terminale offensivo. Gli azzurrini partono subito bene, ma dopo 5 minuti la Bielorussia si riorganizza e comincia a murare tutte le azioni offensive dell’Italia. Al 12′ addirittura i bielorussi si rendono pericolosi dalle parti di Consigli, con Motta che stende Kovel e viene graziato dall’arbitro. Dopo pochi minuti, Casiraghi perde De Ceglie per l’ennesimo infortunio stagionale, stavolta al collo del piede, ed è costretto a sostituirlo con Dessena.

DOMINIO AZZURRO – Tra il 29′ e il 30′, gli azzurri iniziano ad avvicinarsi con maggior convinzione alla porta difesa da Chesnovski e vanno vicini al gol per ben due volte nella stessa clamorosa azione: Afanasiev salva miracolosamente sulla linea per ben due volte, la prima forse con un braccio, su Criscito e Bocchetti. Sembra insomma, che il gol azzurro sia nell’aria. E invece, sono i bielorussi a passare in vantaggio. Al 45′ la difesa azzurra lascia troppo spazio a Kislyak che, con un bel destro al volo, porta in vantaggio la Bielorussia al primo vero tiro in porta. Fortunatamente, l’Italia riesce ad agguantare il pareggio prima dell’intervallo: Afanasiev prende la palla col braccio in area e regala un rigore ineccepibile, che Acquafresca trasforma con freddezza. Si va al riposo sull’1-1.

RIPRESA – Si riparte senza cambi. Dopo soli 4′ minuti, Acquafresca ha la palla del 2-1, praticamente un rigore in movimento, e la sciupa in maniera imperdonabile. Nonostante il divario tecnico sia piuttosto netto, gli azzurri soffrono il pressing e le ripartenze bielorusse. All’11’ Bocchetti, in costante posizione offensiva, centra la traversa con un colpo di testa. Al 17′, Casiraghi indovina il cambio che trasforma la partita: fuori Abate e dentro Candreva. Poco dopo, altra clamorosa palla gol, sprecata stavolta da Giovinco. Al 30′, proprio il nuovo entrato pesca Acquafresca che stavolta non sbaglia. E’ il gol che vale il 2-1, 3 punti e una boccata d’ossigeno per il calcio italiano.

Risultati e classifiche:

Girone A

Serbia – Svezia 1-3 – 7′ e 15′ (rig) Berg (Sv), 28′ Kacar (Se), 29′ Toivonen (Sv).
Bielorussia – Italia 1-2 – 45′ Kyslak (B), 45’+3 e 75′ Acquafresca (I)

Italia 7
Svezia 6
Serbia 2
Bielorussia 1

Girone B

Finlandia – Spagna 0-2 – 29′ Torrejon (S), 55′ Leon (S)
Germania – Inghilterra 1-1 – 5′ Castro (G), 30′ Rodwell (I)

Inghilterra 7
Germania 5
Spagna 4
Finlandia 0