21/09/2017

Show verdeoro, il Brasile è in semifinale

giugno 18, 2009 di  
Inserito in Confederations Cup

6865310

Maicon, pendolino verdeoro.

PRETORIA – Il Brasile, dopo aver sofferto nella prima gara del girone contro i campioni d’Africa dell’Egitto, ha archiviato senza problemi la pratica qualificazione imponendosi sugli Stati Uniti con un rotondo 3-0. I verdeoro aspettano adesso l’Italia, impegnata stasera contro l’Egitto. Se anche gli azzurri dovessero vincere, passerebbero anche loro il turno e ridurrebbero Italia-Brasile ad uno spareggio per il primo posto. Obiettivo non da poco, dato che arrivare primi significherebbe evitare la Spagna, che con ogni probabilità vincerà l’altro raggruppamento. Ovviamente una differenza reti favorevole permetterebbe agli azzurri di giocare anche per un pareggio.

AVVIO SHOCKDunga recupera Maicon e lo schiera titolare al posto di Dani Alves e la differenza si nota subito. il nerazzurro si rende protagonista di un gol e un assist, oltre che di 90 minuti di grande intensità e qualità. Il ct verdeoro, rispetto alla gara contro l’Egitto, opera un discreto turnover e concede un turno di riposo anche altri giocatori più affaticati: Miranda per Juan, Andre Santos per Kleber e Ramires per Elano. Mossa azzeccata, vista la freschezza dei nuovi innesti, specialmente di Ramires, decisivo in occasione di tutti i gol verdeoro. Dopo soli 7 minuti, azione tutta “italiana”: Kakà si conquista un calcio di punizione e Maicon lo batte in maniera impeccabile, posizionandolo sulla testa di Felipe Melo che deve solo appoggiare in rete. La reazione degli USA è impercettibile, così poco dopo il Brasile raddoppia in contropiede dopo un corner avversario. La combinazione tra Kakà e Ramires viene conclusa dal gol di Robinho. Brasile al riposo sul 2-0 e con la gara saldamente in pugno.

USA IN 10 – Nel secondo tempo, ogni speranza di rimonta per gli statunitensi si spegne miseramente. Dopo l’espulsione rimediata contro l’Italia, gli USA restano in 10 anche contro il Brasile: al 12′ della ripresa, Kljestan viene espulso per un brutto fallo su Ramires. 7 minuti dopo, Maicon corona la splendida gara con una marcatura personale con un bel pallonetto di destro. A questo punto, sopra di 3 gol e di un uomo, Dunga può permettersi il lusso di far riposare alcuni degli uomini chiave: Kakà lascia il posto a Julio Baptista, Nilmar per Luis Fabiano e Luisao per Lucio. Gli unici brividi statunitensi arrivano nel finale di partita, con due traverse colpite da Feilhaber e Casey. Gli Stati Uniti sono così matematicamente eliminati dalla manifestazione, mentre il Brasile, in attesa del risultato degli azzurri, è già in semifinale.