23/05/2017

Libertadores, Gremio e Nacional prime semifinaliste

giugno 18, 2009 di  
Inserito in Copa Libertadores 2010

obina

La disperazione di Obina
Il suo Palmeiras è fuori

Agevole amministrazione e sofferenza indicibile. Grêmio e Nacional sfruttano appieno il gol segnato all’andata in trasferta (1-1 per entrambe), ma è ben differente il doppio pari ad occhiali con cui si qualificano alle semifinali di copa Libertadores. I carioca si limitano ad amministrare, mentre gli uruguaiani soffrono le pene dell’inferno per resistere alle folate di uno sciupone Palmeiras. In finale ci sarà comunque un club brasiliano, poichè il Grêmio affronterà la vincente di San Paolo- Cruzeiro (1-2 all’andata). Il Nacional, invece, dopo vent’anni di assenza dalle semifinali, se la vedrà o con l’Estudiantes (favorito dopo l’1-0 esterno) o darà vita ad un derby tutto uruguaiano con il Defensor Sporting.

Grêmio- Caracas 0-0
Finisce la favola dei venezuelani, giunti per la prima volta ai quarti di finale della massima competizione continentale. Il Caracas deve maledire le occasioni fallite all’andata, perchè a Porto Alegre sono i padroni di casa a far la partita. Il Tricolor gestisce bene il gioco, e produce le occasioni più pericolose con Maxi Lopez: al 28′ Vega deve sfoderare tutti i suoi riflessi per opporsi al destro in corsa dell’ex Barça. Il Caracas, pur dovendo segnare a tutti i costi, è tutto nel tiro da fuori di Lucena. Nella ripresa il copione non cambia. Anzi, l’ingresso di Herrera dà più profondità ai brasiliani sulla destra. Il neoentrato serve due palloni d’oro ai suoi compagni d’attacco, ma prima Souza di testa poi Maxi Lopez di destro mancano il bersaglio grosso. E così, al minuto 84 per poco non si materializza la beffa. Sugli sviluppi di un corner, Castelin e Cichero si disturbano a due passi dalla porta, completamente sguarnita, fallendo il più semplice dei tap-in. Sarebbe stato il gol qualificazione per il Caracas, che esce comunque a testa alta. La formazione di Autuori, invece, prosegue la sua corsa verso quel trofeo che manca da 14 anni nella bacheca gremista.
gli highlights del match

Palmeiras- Nacional 0-0
Dopo 20 lunghi anni, il Nacional riassapora il dolce gusto della semifinale. Ma al “Palestra Italia” è stata un’autentica sofferenza, con una sola squadra in campo a caccia del gol qualificazione: l’incompiuto Verdao di Luxemburgo. La sagra delle occasioni inizia al 9′. Williams, direttamente su calcio d’angolo, centra clamorosamente la traversa. Dopo un buon tentativo di Keirrison e un rigore reclamato, inizia la personalissima e jellata sequela di chanches per Obina. L’attaccante carioca manda a lato con un’imprecisa girata, poi all’84’ fa la barba al palo con un avvitamento di testa, per la disperazione della torcida locale. L’unico sussulto di un Nacional messo alle corde è un tentativo di Santiago Garcia che finisce alla sinistra di Marcos. Il finale è convulso, e a 90′ scoccato l’estremo uruguagio Muñoz la combina grossa, uscendo a farfalle su un lancio lungo dei brasiliani. Cleiton Xavier può battere da fuori area a porta sguarnita, ma la difesa ospite libera sulla linea. Ci prova anche il portiere Marcos nel disperato assalto finale, ma il pallone non ne vuole sapere di entrare. Era scritto: il Palmeiras fa mea culpa e torna mestamente a casa, il Nacional può continuare a sognare.
gli highlights del match