27/03/2017

Il Velez si riprende la vetta. Boca, silurato Ischia

giugno 17, 2009 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

maxi-moralez

Maxi Moralez trascina il Velez

Buenos Aires– Il Lanus cade e il Velez è la nuova capolista del Clausura. Ma l’Huracan non molla e rimane appiccicato alla vetta. Tre squadre in due soli punti: come nell’ultimo Apertura, il massimo campionato argentino è un discorso a tre che si risolverà negli ultimi 180 minuti. Se saranno sufficienti: tutti ricorderanno il triangolare -nessuna di quelle formazioni, tra l’altro, è in ballo- che ha portato il Boca all’ennesimo titolo nazionale. Ben altro clima si respira oggi in casa xeneize. L’umiliante tris incassato dal Racing Avellaneda ha rappresentato infatti il capolinea per il tecnico Ischia, sostituito momentaneamente da Abel Alves in attesa di Alfio Basile.

Finale al cardiopalma– Giunge imprevisto e inusitato il 5° ko stagionale del Lanus, squadra che non conosce mezze misure (un solo pareggio finora). L’ex capolista, infatti, incassa un clamoroso poker dall’ex fanalino di coda , a secco di vittorie da 12 turni, Arsenal de Sarandì: Pellerano match winner con una doppietta. Ma El Granate potrà riscattarsi già dal prossimo turno, dove nello scontro diretto con il Velez si giocherà una bella fetta di titolo. La band Gareca, la più continua del torneo (una sconfitta finora) ha ritrovato la verve del “nano” Moralez (gol e assist) e del bomber Hernan Lopez (10° centro) nel 2-0 al Newell’s. Il primo posto è di nuovo suo, ma il calendario non garantisce sonni tranquilli: prima Lanus, poi Huracan, l’altra candidata al titolo. El Globo fa suo dopo 8 anni il clasico con il San Lorenzo grazie al colpo di testa di Goltz e sale al secondo posto, ad una sola lunghezza dal primato. Il colpaccio è a portata di mano.

Ischia esonerato– L’eliminazione dalla Libertadores e i pessimi risultati in campionato avevano già condannato Ischia, allenatore che, nonostante la vittoria nell’Apertura, non aveva mai convinto appieno l’ambiente xeneize. Ma l’allenatore doveva rimanere in sella fino alla conclusione del campionato per far poi posto all’ex ct della nazionale argentina Alfio Basile. Dopo lo 0-3 con il Racing, però, la dirigenza del Boca Jrs ha deciso di aver atteso anche troppo: esonerato Ischia, Abel Alves fungerà da traghettatore negli ultimi due match di campionato.

Le altre– Il Gimnasia de Jujuy, già retrocesso, trascina agli inferi anche il San Martin. Iuvale il firmatario della condanna. Vittoria fondamentale in ottica salvezza per il Central: 2-1 all’Argentinos firmato Lima e Moreno. Perde e rischia grosso, invece, il boccheggiante Gimnasia La Plata, sconfitto dalla quarta forza del campionato, il Colon di Fuertes (11° sigillo) e Acosta. Tornano a sorridere il River Plate e Fabbiani grazie al 3-1 sul Tigre, dove il bomber riprende il feeling con il gol dopo 4 lunghi mesi di digiuno. La Libertadores non distrae l’Estudiantes, che batte 1-0 il Godoy Cruz. Chiudiamo con l’ininfluente ma imbarazzante pokerissimo del Banfield all’Independiente.