22/08/2017

Premier, ultimo atto: retrocedono Newcastle e Middlesbrough

maggio 25, 2009 di  
Inserito in Premier League

shearer

Shearer non riesce nell’impresa
Newcastle retrocesso

Londra– Mentre in Italia impazzano le polemiche post Torino-Genoa, con Cairo che accusa Chievo e Bologna di combine e una caduta di stile clamorosa dei granata che si azzuffano con i grifoni “rei” di aver giocato, vincendo, la loro onesta partita, dall’Inghilterra arriva l’ennesima lezione di sport. Che, immaginiamo, come sempre non verrà ascoltata. Quattro erano le squadre a giocarsi la salvezza negli ultimi 90 minuti, con la certezza che due formazioni sarebbero retrocesse in Premiership: tutte e quattro avrebbero affrontato gare contro squadre tranquille, che non necessitavano di punti. Risultato: tutte le squadre in bilico hanno perso. Roba da fantascienza nel nostro amato Bel Paese.

Aston Villa-Newcastle 1-0
E’ il giorno delle lacrime per i Magpies che tornano mesti in seconda divisione. Alan Shearer non è riuscito nel miracolo ed i bianconeri d’Inghilterra retrocedono per un solo punto, ai danni della matricola Hull City. L’uomo che fa piangere il Newcastle è il capitano dei Villans Gareth Barry, che realizza il gol partita al 38′. Le tante punte messe in campo dal tecnico degli ospiti nella ripresa, non sono servite a ribaltare il verdetto. Una squadra che può contare su elementi come Owen, Viduka, Martins, Duff, Butt e Ameobi, termina al terz’ultimo posto in campionato. Il calcio è anche questo.

West Ham-Middlesbrough 2-1
Arrivederci alla Premier anche per i Boro. A Londra contro gli Hammers di Zola, Tuncay e compagni devono alzare bandiera bianca ed accettare una dolorosa retrocessione. Al vantaggio di Cole, rispondono gli ospiti con il punto dell’1-1 di O’Neill. Poi la rete di Stanislas che decide la partita al 58′ e fa ammattire il Middlesbrough, che comunque doveva centrare la vittoria per essere salvo.

Hull City-Manchester United 0-1
Con la testa già a Roma, per la finale di Champions League, sir Alex Ferguson manda in campo le seconde linee contro l’Hull City. Basta un gol di Gibson al 24′ e i campioni, portano a casa i tre punti raggiungendo quota 90 in classifica. Alla fine è comunque festa grande: i padroni di casa si salvano grazie ai risultati provenienti dagli altri campi.

phil-brown

Phil Brown conduce l’Hull alla salvezza

Sunderland-Chelsea 2-3
Tra le pericolanti, il Sunderland era la squadra che aveva meno probabilità di retrocedere, in virtù dei due punti di distacco dalla zona calda. E’ arrivata una sconfitta che non brucia, poichè le inseguitrici non sono riuscite a far punti. Tutti i gol nella ripresa. Apre Anelka al 48′, al quale risponde Richardson cinque giri d’orologio più tardi. Nuovo vantaggio dei Blues con Kalou al 75′ e 1-3 di Cole all’86’. A tempo ormai scaduto, seconda rete per i locali con Jones.

Wigan-Portsmouth 1-0
Gara senza troppe ambizioni da ambo le parti, decisa da una rete di Rodallega nel primo tempo. Entrambe le squadre avevano già conquistato la salvezza per tempo.

Manchester City-Bolton 1-0
Un gol in avvio di Felipe Caicedo permette ai Citizens di chiudere con una vittoria la stagione, aspettando i numerosi colpi estivi assicurati dai petroldollari della società.

Liverpool-Tottenham 3-1
I Reds salutano Sami Hyppia che appende gli scarpini al chiodo, con una vittoria contro il Tottenham. Vantaggio di Fernando Torres nel primo tempo e raddoppio ad inizio ripresa con Kuijt. Accorcia le distanze l’ex Robbie Keane per gli Spurs, mentre il punto del definitivo 3-1 è opera dell’ottimo Benayoun.

Fulham-Everton 0-2
Una doppietta di Osman regala i tre punti ai Toffies in quella che era una sfida “europea” tra due delle migliori formazioni della stagione inglese.

Arsenal-Stoke City 4-1
Ultima vincente anche per i Gunners che asfaltano lo Stoke City ancora in sbornia per la salvezza raggiunta da neopromossa. Un autogol di Beattie spiana la strada all’Arsenal che poi trova il 2-0 con un calcio di rigore trasformato da Van Persie. Penalty anche per lo Stoke al 31′ realizzato da Fuller. Sul finire del primo tempo ancora Van Persie allunga con un gol dei suoi, mentre nella ripresa c’è gloria anche per Diaby.

Blackburn Rovers-W.B.A. 0-0
Finisce a reti bianche una sfida senza appeal tra una squadra già salva ed una già retrocessa (gli Albions).