21/08/2017

Sand lancia il Lanus tra le polemiche. Ma Velez e Huracan non mollano

maggio 25, 2009 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

jose_sand

Sand sale a quota 10, Lanus ancora primo
copyright flickr.com

Buenos Aires– Come mai era accaduto in questa stagione, vincono tutte le prime tre della classe nella 15° giornata del Clausura. Il decimo centro del capocannoniere Sand permette tra le polemiche (l’attaccante segna infatti in fuorigioco) al Lanus di espugnare Banfield e mantenere il primato, ma anche Velez e Huracan vincono e rimangono in scia per un’appassionante lotta a tre. Torna al successo il River Plate, mentre prosegue la crisi nera del Boca, fuori anche dalla copa Libertadores. Continua la lotta salvezza per Racing, Gimnasia La Plata e Rosario Central. A Sensini il ‘derby’ con l’amico-rivale Simeone.

Vincono le prime tre– E’ un guizzo del solito Sand a decidere la difficile trasferta di Banfield per la capolista. L’attaccante sfrutta al meglio un cross di Velazquez, ma al momento della conclusione è in netto fuorigioco; l’episodio scatena le proteste furibonde dei padroni di casa, che pagano dazio con l’espulsione di Bustos. Il rosso chiude di fatto la contesa già al 29′, anche se il Banfield non si arrende e cerca il pari sino alla fine. El Granate, però, conferma la sua solidità e, senza incantare e con un pò di ‘buena suerte’, porta a casa tre punti pesantissimi.                                            -vedi il gol vittoria di Sand su FB cliccando QUI
Più convincente il successo del Velez Sarsfield su un Boca ancora choccato per la prematura eliminazione dalla Libertadores. Il primo tempo è equilibrato e combattuto, ma al 62′ arriva la svolta: Caceres fa la frittata e regala il vantaggio all’implacabile Hernan Lopez, al 9° centro stagionale. Neanche il tempo di riportare la palla a centrocampo che il Velez fa bis: stavolta colpisce, come una settimana fa, Cristaldo, apperna entrato al posto dell’ex cagliaritano Larrivey. El Fortin si mette alle spalle la minicrisi di tre turni con questa bella vittoria, mentre per gli xeneizes e il tecnico Ischia è già tempo di processi.
Continua il sogno anche per l’Huracan di Pastore. Il promettente esterno risolve la trasferta di Central con una doppietta e vola a quota 7 centri, ma è tutto El Globo a convincere per il gioco espresso. La formazione di Merlo, invece, rimane impelagata (in virtù del complicato “Promedio”) nella zona play-out insieme al Racing, fermato sullo 0-0 dal Colon che a sua volta dice addio alle speranze per il tit0lo.

Le altre– La coppia Ayala Luna (nono sigillo per il sosia di Recoba) permette al rivitalizzato Tigre di passare a Godoy Cruz e inseguire un posto nella prossima copa Sudamericana. Barrado e Falcao regalano invece una settimana tranquilla al contestatissimo Gorosito e al suo River, vittoriosi (2-0) sull’Independiente. Respira anche Sensini che ha la meglio su Simeone nel derby “italiano” delle panchine: il Newell’s sbanca per 2-0 il Nuevo Gasometro di San Lorenzo. Sorride anche l’unica superstite in Libertadores, l’Estudiantes, che ‘fredda’ l’Argentinos con un hat trick di Enzo Perez. Colpacci salvezza delle due Gimnasia che confermano il trend positivo per le squadre impegnate in trasferta: la squadra di La Plata condanna momentaneamente alla retrocessione il San Martin con Gonzalez, quella di Jujuy alimenta una debole fiammella di speranza passando, sempre per 1-0,  a Sarandì.