23/07/2017

L’Ultima di Maldini per la Champions, la Prima di Ferrara da tecnico

maggio 24, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Probabili formazioni, Serie A

ferrara

Esordio per Ferrara
copyright flickr.com

ROMA – La 37esima giornata di Serie A, penultima di campionato, verrà ricordata per due aspetti più umani che tecnici in primis. Il primo riguarda l’ultima partita di Paolo Maldini a San Siro , visto l’annunciato ritiro a fine Serie A, che rappresenta la sua 901esima presenza nella massima serie . C’è da dire che il match per il capitano rossonero e compagni sarà tutt’altro che agevole. C’è una Roma, infatti, vogliosa di riscatto e non ancora sicura del posto in Uefa, conteso con il Palermo, di conseguenza sarà una partita dalle forti emozioni quella di San Siro. L’altro aspetto che trascende il tecnico è la prima sulla panchina della Juventus di Ciro Ferrara da tecnico. Il compito dell’ex calciatore di Napoli e Juve è tutt’altro che facile: risvegliare una Juve che sembra aver finito la benzina fisica e mentale. La partita con il Siena sarà un test importante e chiarificatore in questo senso. Per il resto la giornata propone Lecce-Fiorentina, scontro importante per due obiettivi molto diversi, Atalanta-Palermo, importante soprattutto per i rosanero in chiave Uefa, Cagliari-Inter, Catania-Napoli, Chievo-Bologna, scontro tutto in chiave salvezza, Sampdoria-Udinese, Torino-Genoa.

Atalanta: Per l’ultimo impegno stagionale davanti ai propri tifosi, Del Neri dovrà fare a meno, probabilmente, del terzino destro Garics oltre che del bomber Floccari. Per cui dovrebbe venir dirottato a destra Bellini con l’inserimento di Peluso, tra i titolari, sulla fascia sinistra. La formazione dovrebbe quindi essere impostata su un 4-4-2 con : Consigli-Bellini-Capelli-Manfredini T.-Peluso-Defendi-Cigarini-GuarentePadoin-Doni-Plasmati

Palermo: Ballardini arriva alla partita contro l’Atalanta non nel migliore dei modi. Il tecnco rosanero dovrà fare a meno dello squalificato Kjaer e degli infortunati Liverani e Cavani, giocatori piuttosto importanti nello scacchiere palermitano. La formazione dovrebbe quindi prevedere un 4-3-1-2 con: Amelia-Cassani-Migliaccio-Bovo-Balzaretti-Guana-Nocerino-Bresciano-Simplicio-Succi-Miccoli.

Cagliari: Allegri, per la partita, contro l’Inter dovrà fare a meno di Matri per un infortunio alla caviglia. Per il resto la formazione dovrebbe essere la solita con un 4-3-1-2: Marchetti-Pisano-Lopez-Canini-Agostini-Fini-Conti-Parola-Cossu-Acquafresca-Jeda

Inter:I neo campioni d’Italia vanno al Sant’Elia in formato inedito. Mourinho , a quanto pare, vuole dare spazio anche alle seconde linee per rendere loro omaggio della vittoria di questo campionato. La formazione dovrebbe essere con un 4-3-3 : Toldo-Santon-Burdisso-Materazzi-Chivu-Zanetti-Cambiasso-Vieira-Obinna-Ibrahimovic-Mancini

Catania: Al Cibali , Zenga tenta di chiudere la stagione al meglio possibile tentando di ritornare alla vittoria dopo 6 partite. Lo schieramento catanese dovrebbe prevedere un 3-4-1-2: Marchetti-Pisano-Lopez-Canini-Agostini-Fini-Conti-Parola-Cossu-Acquafresca-Jeda

Napoli: Cannavaro e Hamsik non sono partiti per la trasferta di Catania. Il capitano si è arreso ad uno stiramento mentre lo slovacco ha la tendinite. Al loro posto Aronica e Datolo. Sono partiti invece Lavezzi e Gargano: il Pocho giocherà dal primo minuto, mentre l’uruguaiano andrà in panchina. Donadoni ,quindi, dovrebbe schierarsi in un 3-5-2 : Navarro-Santacroce-Contini-Aronica-Mannini-Pazienza-Bogliacino-Datolo-Vitale-Denis-Lavezzi.

Chievo: Di Carlo è alla ricerca dei 3 punti salvezza che possono portare a termine un cammino fantastico e quasi miracoloso. La formazione dovrebbe essere la stessa di queste ultime apparizioni: SorrentinoFrey-Morero-Yepes-Mantovani-Luciano-Rigoni-Marcolini-Pinzi-Pellissier-Bogdani

Bologna: Papadopulo per l’ultima spiaggia dovrebbe puntare su un 3-5-1-1 con unico riferimento avanzato Di Vaio e ed Adailton alle sue spalle: Antonioli-Moras-Castellini-Terzi-Zenoni-Mingazzini-Mutarelli-Amoroso-Valiani-Adailton-Di Vaio

Sampdoria: Una Sampdoria che ormai non ha più niente da chiedere a questo campionato cerca di far godere a tutti una giornata di campionato. Questa dovrebbe essere la volta di Fiorillo , giovane portiere della primavera, mentre in avanti torna la coppia del goal Pazzini-Cassano. A sostituire l’infortunato Accardi ci sarà Raggi. Questa è la formazione blucerchiata:  Fiorillo- Campagnaro-Gastaldello-Raggi-Padalino-Dessena-Palombo-Franceschini-Pieri-Pazzini-Cassano

Udinese: Marino recupera, per il confronto con la Sampdoria, Alexis Sanchez e quindi il tridente tipo con Floro Flores e Quagliarela. Per il resto la formazione dovrebbe prevedere un 4-3-3 con: Handanovic-Isla-Zapata-Felipe-Pasquale-Inler-D’Agostino-Asamoah-Sanchez-Quagliarella-Floro Flores

Torino: Tocca ad Angelo Ogbonna sostituire Natali in mezzo alla difesa granata. L’italo-nigeriano vince infatti la concorrenza di Pratali e giocherà con Ivan Franceschini e Pisano ai lati. In avanti il Toro si affida alla coppia Bianchi-Stellone; alle loro spalle Rosina. La formazione granata dovrebe essere: Sereni-Franceschini-Ogbonna-Pisano-Colombo-Dzemaili-Barone-Rubin-Rosina-Stellone-Bianchi.

Genoa: Gasperini per la partita con il Tori recupera molti dei suoi fedelisimi. In difesa torna Bocchetti, a centrocampo Criscito, in attacco ancora tridente con Jankovic, Sculli e Milito, a caccia del record assoluto di segnature per un giocatore del Genoa in campionati a girone unico. La formazione dovrebbe essere: Rubinho-Papastathopulos-Ferrari-Bocchetti-Rossi-Thiago Motta-Juric-Criscito-Sculli-Milito-Jankovic.

Lecce: Tra squalifiche ed infortuni, De Canio deve rinunciare a sette elementi. Probabile la conferma del 4-4-2, in avanti spazio alla coppia Tiribocchi-Castillo. A centrocampo ballottaggio Edinho – Vives per un posto accanto a Zanchetta. La formazione leccese è: Benussi-Ingrosso-Fabiano-Esposito-Giuliatto-Zanchetta-Giacomazzi-Edinho-Caserta-Castillo-Tiribocchi

Fiorentina: Un paio di dubbi per Cesare Prandelli. Uno è legato all’utilizzo di Montolivo. L’allenatore viola deciderà solo all’ultimo momento: il centrocampista si era fermato per una botta ricevuta due giorni fa in amichevole. Prevale l’ottimismo, ma il tecnico ha già pronto anche l’eventuale sostituto: Donadel. Recupera Felipe Melo, che parte dall’inizio. Ok anche Dainelli, in ballottaggio con Kroldrup: il danese è in leggero vantaggio. La formazione viola dovrebbe essere: Frey-Comotto-Kroldrup-Gamberini-Pasqual-Montolivo-Felipe Melo-Semioli-Jovetic-Vargas-Gilardino

Siena: Giampaolo potrebbe confermare lo schema 4-1-4-1 utilizzato nelle ultime due giornate di campionato. La formazione senese dovrebbe essere: Curci-Ficagna-Portanova-Brandao-Del Grosso-Coppola-Maccarone-Vergassola-Galloppa-Jarolim-Calaiò.

Juventus: Del Piero e De Ceglie sono entrambi convocati, il capitano dovrebbe partire dalla panchina mentre il terzino giocherà titolare. Ferrara ha chiamato anche Salihamidzic, alla sua prima convocazione dopo l’infortunio. Assenti gli infortunati Sissoko, Molinaro, Knezevic, Grygera e Ekdal. La formazione di Ferrara dovrebbe essere: Buffon-Zebina-Legrottaglie-Chiellini-De Ceglie-Camoranesi-Zanetti-Thiago-Nedved-Iaquinta-Trezeguet.

Milan: Nell’ultima partita di Paolo Maldini a San Siro, Carlo Ancelotti dovrebbe puntare sul 4-3-1-2 con : Dida-Flamini-Favalli-Maldini-Zambrotta-Beckham-Pirlo-Ambrosini-Kakà-Inzaghi-Pato

Roma: Per la partita  contro il Milan, Spalletti recupera Juan ma non può contare sull’esperienza di Panucci. Con Perrotta e Baptista out la formazione dovrebbe essere: Arthur-Motta-Mexes-Juan-Riise-Taddei-Brighi-Cassetti-Pizarro-Totti-Vucinic.