27/03/2017

Libertadores, il Defensor ‘mata’ il Boca. Brasiliane avanti tutta

maggio 22, 2009 di  
Inserito in Copa Libertadores 2010

de-souza-defensor

De Souza e il Defensor festeggiano lo storico blitz alla Bombonera
copyright flickr.com

Continua anche agli ottavi di finale il dominio brasiliano in  copa Libertadores. La maggior competizione sudamericana rischia dunque di diventare una sorta di coppa del Brasile, con quattro compagini carioca tra le magnifiche otto. Tra match non disputati causa febbre suina messicana e risultati a sorpresa, la vera notizia bomba arriva però da Buenos Aires. Il Defensor Sporting, al primo storico incrocio con il club più titolato del continente, il Boca Juniors, espugna la “Bombonera” e fa fuori gli xeneizes. E ai quarti cercherà il bis con l’ultima superstite albiceleste, l’Estudiantes.

“Bombonerazo”– Aveva dedicato tutte le sue energie alla copa Libertadores, snobbando il campionato di Clausura a costo di finire lontanissimo dalle prime posizioni, addirittura a -12 dalla vetta. L’obiettivo era riscattare la delusione della scorsa stagione, quando la corsa al titolo s’interruppe in semifinale contro il Fluminense. Ma ora si trova con un palmo di naso, eliminato contro ogni pronostico agli ottavi. Finisce così con un completo disastro la stagione del Boca Juniors e del suo tecnico Gorosito, che a questo punto ha le ore contate. Ai quarti ci vanno i sorprendenti uruguaiani del Defensor Sporting che se la vedranno ora con l’ultima argentina rimasta in corsa, l’Estudiantes di Veron.
E pensare che, dopo il 2-2 di Montevideo, nessuno avrebbe puntato un centesimo sulla qualificazione dei campioni d’Uruguay. La squadra di Jorge ‘Polilla’ Da Silva, invece, alla sua prima storica visita alla Bombonera“, fa il colpaccio (il cosiddetto “Bombonerazo”), disputando una gara perfetta e colpendo al 27′ con un gran gol del centrocampista Da Souza. Gli xeneizes non riescono a replicare e ammainano mestamente bandiera per lo sconforto e rabbia dei suoi aficionados. La Fiorentina d’Uruguay (anch’essi hanno la casacca viola) approdano per la seconda volta nella loro storia ai quarti di Libertadores e  per entrare nella storia cercheranno di ripetere lo scherzetto all’Estudiantes, che ha eliminato senza problemi i peruviani del Libertad (3-0; 0-0).

-Guarda il video dell’impresa del Defensor Sporting sul profilo di Facebook di Solocalcio cliccando QUI

Dominio verdeoro– Un derby agli ottavi ed un altro ai quarti: soltanto le compagini brasiliane sembrano in grado d’intralciare a vicenda la loro corsa verso il titolo. Dopo l’appassionante PalmeirasSport, unica sfida finita ai calci di rigore e decisa dalle super parate del numero uno del Verdao Marcos, sarà la volta di San PaoloCruzeiro. Ha faticato più del previsto la Raposa, vittoriosa sull’Universidad de Chile soltanto per la regola dei gol in trasferta (2-1; 0-1). Il Tricolor paulista, invece, non ha nemmeno sporcato le sue maglie, visto il forfait delle squadre messicane causa febbre suina. Stesso destino per gli uruguaiani del Nacional, che insieme al sovracitato Defensor, cercheranno di contrastare il dominio carioca: per loro sfida al Palmeiras.
L’ultima  formazione non brasiliana è il Caracas che, ribaltando con autoritario poker il ko dell’andata (1-2; 4-0) con il Deportivo Cuenca, brinda alla prima qualificazione ai quarti. Il sogno  dei venezuelani è ripetere l’impresa della LDU Quito (campione 2008), Gremio permettendo. Altrimenti la Libertadores, come è già accaduto alla nostra Champions, diverrà terra di conquista per una sola nazione, con 3 squadre brasiliane su 4 in semifinale.

Il quadro dei quarti:
Grêmio- Caracas
Estudiantes La Plata- Defensor Sporting
Nacional- Palmeiras
São Paulo- Cruzeiro