17/12/2017

Ligue 1: Lione sgambetta l’OM, Bordeaux in fuga

maggio 19, 2009 di  
Inserito in Ligue 1 francese

Marc Planus

Planus avvicina il Bordeaux al titolo
copyright flickr.com

PARIGI- Mentre nel resto d’Europa iniziano i festeggiamenti per i nuovi campioni nazionali, la Ligue 1, a due giornate non ha ancora decretato un vincitore, anche se tutti gli indizzi portano a Bordeaux. Gli uomini di Blanc battono il pericolante Le Mans, ringraziano il Lione (proprio i grandi rivali…), capace di espugnare il Velodrome di Marsiglia e si issano in vetta solitaria, a 3 punti dai focesi e vedono uno scudetto che manca da ben 10 anni.

In testa- Il Le Mans, ancora invischiato nella lotta per non retrocedere, non poteva certo dirsi un avversario morbido. I girondini passano addirittura in svantaggio al 24′ grazie a Le Tallec, ma riescono a ribaltare la situazione già prima dell’intervallo, grazie a Chamakh e Gourcuff. Partita in discesa? Tutt’altro, ancora Le Tallec pareggia al 55′, e soltanto dopo venti minuti, quando ormai si profilava un pareggio, Planus fissa il risultato sul definitivo 3-2 per il Bordeaux. Cade malissimo, invece l’Olympique Marsiglia: chiamati alla prova di maturità davanti al loro pubblico contro gli ex-campioni del Lione, gli uomini di Gerets cadono fragorosamente. Una doppietta di Benzema chiude la partita già nel primo tempo; a nulla serve il gol di Wiltord all’80’ perchè Juninho Pernambucano ristabilisce le distanze nel recupero. Risultato amaro per entrambi, per l’OM a cui a questo punto serve un miracolo, e al Lione, che questo campionato l’ha perso da solo… Cade anche il Paris S.G. in casa contro il sempre lanciatissimo Auxerre. L’ex empolese Camara segna nella propria porta il vantaggio ospite, poi ci pensa Jelen a chiudere il conto. Il gol di Sessegnon nel finale è soltanto un brodino per i parigini che vedono allontanarsi il sogno Champions.

In coda- Nella giornata dei pareggi (ben sei) spicca la vittoria del Caen sul Sochaux nello spareggio salvezza. I normanni si impongono 2-0 grazie ad una doppietta del loro bomber Savidan nel finale. I canarini di Montbeliard risprofondano così in piena zona rossa. Per il resto pareggi, si diceva: pareggia e si tiene a galla il St.Etienne in casa contro il Tolosa, ancora in lotta per un posto in Europa Cup. I verts si portano in vantaggio per ben due volte con Bayalsi e Ilan ma vengono sempre raggiunti, prima da Sissoko, poi, allo scadere da Gignac (22′ sigillo in campionato). Pareggia in casa anche il Nantes, ormai penultimo e a 3 punti dall’immediato ritorno in Ligue 2. 1-1 contro il Rennes. Vantaggio canarino di Bagayoko, pareggio rossonero di Sow. Infine il Le Havre, già retrocesso, torna con un punto da Lorient: anche qui 1-1.

Le altre- Sono molte le partite che avevano ben poco da dire in questa giornata, e sono terminate tutte in parità:  1-1 tra Lille e Nizza (vantaggio ospite di Modeste, pareggio di Cabaye) e tra Monaco e Valenciennes (Park per i monegaschi, Audel per i nordisti. 0-0 infine tra Grenoble e Nancy.