22/08/2017

Viola sempre più Champions, Juve e Genoa bloccate

maggio 17, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Serie A

gilardino-viola
Gila rilancia la Viola
copyright flickr.com

ROMA – La 36esima giornata di Serie A, in attesa della posticipo “festivo” dell’Inter contro il Siena, ha sentenziato che la Fiorentina lotta non solo per il quarto posto ma anche per il terzo visto il risultato di Torino.  La Juve, difatti, prolunga in modo imbarazzante il suo periodo senza vittorie pareggiando per 2-2 , in casa contro l’Atalanta,  mostrando spesso il fianco agli attacchi neroazzurri che avrebbero meritato anche miglior sorte. Sempre risultato di parità (2-2)  a Genova tra i Rossoblu e il Chievo che si conferma ancora una volta squadra temibile da affrontare e da superare . Gli uomini di Di Carlo , però,  non possono ritenersi al sicuro viste le vittorie di Bologna e Torino contro Lecce e Napoli che tengono aperto ancora di più il discorso salvezza. Lecce che viene scavalcato dalla Reggina vincente contro il Cagliari (2-1) e torna in auge anch’essa per sperare. A Palermo vittoria agevole dei Rosanero (2-0) contro una Lazio un pò in “vacanza” dopo la vittoria di Coppa Italia.

Fiorentina – Sampdoria 1-0

La Fiorentina batte 1-0 , al Franchi, una Sampdoria infarcita di giovani e senza ormai molte motivazioni per questo finale di campionato. Gli uomini di Prandelli schiacchiano da subito nella loro metà campo la squadra blucerchiata e , grazie ad un’azione insistita sulla fascia sinistra di Vargas che serve Gilardino al centro, la Viola si porta in vantaggio al 21′ del primo tempo. Da lì la partita scorre via abbastanza liscia e la Fiorentina pensa più a controllare la Sampdoria che ad affondare il colpo del ko. Questo porta a qualche patema nel finale soprattutto su una punizione di Ziegler dove Frey è fenomenale. Comunque la partita termina sul risultato di 1-0 a favore dei Gigliati.

Juventus – Atalanta 2-2

La Juve prolunga il suo periodo senza vittorie ( 21 Marzo) pareggiando in caso per 2-2  contro un’Atalanta gagliarda che per buona parte della partita ha messo in difficoltà gli uomini di Ranieri sotto il profilo del ritmo e del gioco. I bergamaschi vanno in vantaggio subito con Cigarini al 2′ del primo tempo. Gli uomini di Del Neri hanno altre opportunità ma non capitalizzano e vengono puniti al 26′ da Iaquinta dopo un assolo di Nedved sulla sinistra. La Juve colpisce ancora con Zanetti al 36′ grazie ad un bel tiro da fuori area. L‘Atalanta riequilibra la situazione sul finire del tempo con Pellegrino da calcio d’angolo. La ripresa è all’insegna delle traverse ben 3 colpite dall’Atalanta che lasciano un pò di amarezza negli uomini di Del Neri. La Juve ,nonostante gli inserimenti di Del Piero e Trezeguet, fa poco o nulla e la partita si conclude sul 2-2.

Genoa – Chievo 2-2

A Marassi, la sfida tra Genoa e Chievo termina sul 2-2. Il risultato è sostanzialmente giusto perchè nessuna delle due squadre avrebbe meritato di perdere per quanto visto in campo. Il Chievo di Di Carlo si dimostra ostico per gli uomini di Gasperini e si porta in vantaggio al 36 del primo tempo grazie ad un bel inserimento di Pinzi. Il Genoa nella ripresa reagisce e grazie ad un rigore realizzato da Milito al 13′ e ad una punizione di Olivera al 26′ si porta in vantaggio. Sembra fatta per i rossoblu ma il Chievo non molla e agguanta il pareggio al 40′ con Pellissier facendo sfumare definitivamente i sogni Champions per il Genoa.

di_vaio
Al Bologna lo scontro salvezza
copyright flickr.com

Bologna – Lecce 2-1

Partita all’ultimo respiro quella del Dall’Ara in cui il Bologna ha la meglio sul Lecce di De Canio grazie ad un goal in “Zona Cesarini” di Volpi. La partita si era messa bene per il Lecce con il goal di Tiribocchi al 30′ del primo tempo ma poi , per un goalviziato da fuorigioco di Di Vaio, i bolognesi si sono rimessi in carreggiata al 37′. La ripresa è tutta tensione e nervi e infatti le due squadre non costruiscono molto anche se il Bologna è più intraprendente anche per via dell’espulsione di Pastadopoulos al 5′ .  E ,come detto, a pochi secondi dalla fine arriva la segnatura di Volpi che fa rimanere a galla il Bologna e affossa il Lecce.

Napoli – Torino 1-2

E’ la vittoria della concretezza quella del Toro al San Paolo di Napoli. Gli uomini di Camolese capitalizzano al meglio le occasioni portando a casa la prima vittoria esterna della stagione . E’ il Napoli a sbloccare il risultato al 42′ del primo tempo con Pià ma nella ripresa grazie a Bianchi e ad un capolavoro su punizione di Rosina il Torino va sul 2-1. La squadra di Donadoni prova a riequilibrare le sorti del match ma sbatte contro un Sereni in giornata di grazia e la partita termina sul 2-1 per i Granata.

Reggina – Cagliari 2-1

E’ la vittoria della speranza quella della Reggina contro il Cagliari al Granillo per 2-1. Gli uomini di Orlandi ottengono un successo meritato contro un Cagliari che vede sfumare l’ultima possibilità per un piazzamento Uefa . E’ proprio il Cagliari a passare grazie ad una bellissima azione personale di Lazzari che salta Cirillo e anticipa il portiere al 18′ del primo tempo. La Reggina reagisce e pareggia al 26′ con Ceravolo. Nella ripresa le maggiori motivazioni degli uomini di Orlandi vengono fuori ed è Brienza a siglare il goal partita al 5′ . La partita finisce così e la Reggina può continuare a sperare.

Palermo – Lazio 2-0

Il risulato del Barbera può considerarsi quello più facilmente prevedibile della giornata. Il Palermo, ancora in ballo per la lotta per un posto Uefa, ha maggiori motivazioni di una Lazio sazia per la vittoria contro la Sampdoria in Coppa Italia. Gli uomini di Ballardini passano in vantaggio su un penalty contestato e realizzato da Miccoli al 6′ del primo tempo. La partita è in discesa per i rosanero e solo Zarate spaventa i parlermitani su un ‘ azione da goal fantasma. Migliaccio al 42′ della ripresa chiude i conti.