24/07/2017

Il Parma raggiunge il Bari nel paradiso della A, bene il Livorno

maggio 17, 2009 di  
Inserito in Serie B

festa-parma

Parma festeggia il ritorno in A
copyright flickr.com

Quando mancano solo 180° alla fine di questo campionato di Serie B, davanti i giochi sono ormai fatti. Il Bari festeggia in casa la sua promozione già arrivata 7 giorni fà. Il Parma con il pareggio a Cittadella riassapora dopo un anno di purgatorio la massima serie. Ed il Livorno ipoteca i play off grazie a Danilevicius che segna il goal vittoria nello scontro a Modena contro il Sassuolo. In coda inizia a sgranarsi un pò il gruppo, con Ancona, Pisa e Modena costrette ad una battuta d’arresto a vantaggio di Rimini, Salernitana e Avellino che guadagnano punti preziosi per la salvezza.

Albinoleffe – Rimini 1-2

Carboni dovrà ringraziare il suo portiere Agliardi per le tante parate miracolose della partita, davvero da Serie A, che sicuramente gli valgono la palma del migliore in campo. Apre le danze dopo appena 5′ Ruopolo abile a sfruttare un cross rasoterra dalla sinistra e a spiazzare difensori e portiere biancorosso. La risposta è affidata a Biagio Pagano (3 goal nelle ultime 2 partite) che frutta una palla buttata in mezzo da Rinaldi (12°). Il goal partita arriva dai piedi di La Camera (64°) che spara un bolide di prima intenzione sul quale Coser non può nulla.

Ascoli – Salernitana 0-2

L’Ascoli dopo essersi vista ridare un punto di penalizzazione e quasi salva, cade in casa contro la Salernitana, ma sopratutto ad opera di Ganci autore di una doppietta. Il primo goal lo segna in anticipo su tutti di testa al 58°. Al 65° invece, salta il portiere e a porta quasi vuota lascia partire un tiro che segna il definitivo 0-2.

Avellino – Treviso 1-0

L’Avellino passa contro un già retrocesso Treviso con il minimo sforzo grazie ad un penalty concesso al 55° e realizzato da Koman (nel primo tempo Ciotola ne aveva sbagliato uno, sempre a favore degli irpini). Tre punti questi presi dall’Avellino, che lasciano speranze ormai quasi impossibili comunque per salvarsi (dovrebbe fare 6 punti e sperare che Ancona e Modena perdano tutte e due le prossime gare e sperare anche in un crollo della Salernitana per poter disputare i play out).

Bari – Modena 4-1

Stadio colmo quello del San Nicola per acclamare i propri beniamini dopo la festa della settimana precedente a Piacenza. Gli uomini di Conte non vogliono lasciare nulla a nessuno e dopo 12′ Guberti segna dopo che il pallone aveva attraversato tutta l’area piccola l’8° perla stagionale. Il raddoppio arriva al 28° ad opera di Lanzafame lanciato a rete contro l’estremo difensore canarino che viene saltato con un preciso pallonetto. Al 42° ci crede il Modena, che accorcia le distanze con Bruno che aggira il diretto marcatore e beffa Gillet. Solo 2′ e sull’asse Barreto – Kutuzov arriva il 3 a 1 con il brasiliano che serve un pallone solo da spingere in porta per il compagno. La ripresa vede il Modena in 10 per l’espulsione al 64° di Castelli e Barreto calare il poker 3′ più tardi su calcio di rigore.

Cittadella – Parma 2-2

Agli uomini di Guidolin serviva un punto, che arriva in quel di Cittadella. Dopo un clamoroso autogoal di Pesoli dopo appena 4′ e il raddoppio di Reginaldo (32°) con un tiro piazzato sul secondo palo, su assist al bacio di Leon, il Cittadella si risveglia al 50° con Meggiorini con un bel diagonale dal limite. Ancora Meggiorini conclude l’aggancio sul 2 a 2 all’86° concludendo a rete una deviazione del portiere emiliano, senza però rovinare la festa per la promozione degli ospiti.

Mantova – Empoli 1-1

Sono i padroni di casa ad andare in vantaggio con Giorgio Corona al 27°, abile a sfruttare una sponda aerea di Godeas sul secondo palo. Pareggio in extremis di Lodi in zona Cesarini dopo che Flachi si era fatto negare il goal da Handanovic è appunto Lodi il più lesto ad inventarsi una volèe dal limite per il definitivo 1 a 1.

Triestina – Ancona 1-0

L’Ancona regala l’intera posta in palio ai padroni di casa grazie ad un autogoal di Catinali al 57°, che cercando di rinviare un fallo laterale battuto direttamente dentro l’area di rigore beffa il proprio portiere,  incrinando visibilmente le proprie possibilità di rimanere nel campionato cadetto anche per la prossima stagione.

Vicenza – Frosinone 0-1

Il goal partita arriva dai piedi del solito Eder, che questa volta segna di potenza direttamente su calcio di punizione al 29°. Goal che permette ai ciociari di sentirsi praticamente salvi per questa stagione a meno di improbabili sorprese.

danilevicius

Doppietta pesantissima per Danilevicius
copyright flickr.com

Sassuolo – Livorno 2-3

Spettacolo puro in quel di Modena tra due pretendenti per l’ultimo posto per la Serie A. Partita che si sblocca solo al 58° quando Miglionico sfrutta al massimo l’assist direttamente da calcio d’angolo per il vantaggio toscano. Passano appena due minuti e il Livorno sembra chiudere la partita con Danilevicius ben servito sulla corsa da Tavano. Il Sassuolo non ci sta e riduce le distanze dopo 3′ con Riccardo Zampagna che ricevuta palla dal limte dell’area si gira bene e conclude alle spalle di De Lucia. Rimonta completata per gli uomini in tenuta verde nero al 79° con il solito Noselli che entra in area e con un sinistro chirurgico beffa De Lucia. Il sussulto finale ce l’ha però il Livorno a tempo scaduto ancora con Danilevicius che si incunea tra due difensori e beffa Bressan in un goal tanto cercato quanto fortuito.