23/10/2017

Clausura, frenata di gruppo. Otto pareggi in dieci incontri

maggio 12, 2009 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

jose_sand

Josè Sand sale a nove gol
copyright flickr.com

Buenos Aires– All’insegna dell’X. E della mediocrità. Prosegue senza grossi sussulti e con scarsissimo appeal il Clausura 2009. La corsa in vetta rimane incerta, ma il fatto che nessuna riesca a spiccare sulle altre e lo spettacolo poco edificante offerto dai presunti big match deve far riflettere gli addetti ai lavori. Un dato, per altro, corroborato dal naufragio albiceleste in Libertadores.

Fuertes fa sognare il Colon– Otto pari in dieci partite: la 13° giornata di fatto non ha spostato alcun equilibrio. Vincono soltanto il Colon e il Godoy Cruz. Una doppietta del 36enne bomber Fuertes stende il San Martin e riaccende le speranze scudetto del club di Santa Fè, distanziato  ora di sole tre lunghezze dalla vetta; Formica e Caruso regolano l’Independiente e regalano tre punti fondamentali in ottica salvezza all’Expreso’. Per il resto, come dicevamo, solo pareggi. E’ di platino quello arpionato dalla capolista Velez contro lo scatenato Racing di Lombardi, una delle compagini più in forma del momento vista la striscia utile di otto turni. Gli uomini di Tocalli, seppur in inferiorità numerica, rimontano due gol negli ultimi cinque minuti: prima colpisce Dominguez di testa, poi Victor Zapata direttamente su calcio di punizione. Ci si aspettava sicuramente di più, invece, dal match clou di giornata del Monumental tra River e Lanus. I Millonarios ricevono una pessima accoglienza dal proprio pubblico, ma passano subito con Falcao. Nella ripresa, però, è solo Lanus, e il nono sigillo stagionale di Sand –nuovamente capocannoniere solitario del torneo- sancisce il meritato pari, vanificando le speranze scudetto della Gorosito band.

Solo pareggi– Prosegue il campionato ‘horribilis’ del Boca, che stavolta sciupa il vantaggio e l’uomo in più contro il San Lorenzo di Simeone, facendosi raggiungere nel finale da Bergessio. Settima gara di fila senza vittorie per gli xeneizes. La sagra degli 1-1 comprende anche il derby tra Rosario e Newell’s: gli ospiti si illudono con l’eurogol di Formica, ma vengono acciuffati all’80’ da Zelaya. Dopo il convincente tris ai peruviani nell’andata degli ottavi di Libertadores, Sabella mantiene la sua imbattibilità sulla panchina dell’Estudiantes: con l’Huracan è 1-1. In coda, il punticino raccolto non cambia la situazione di Gimnasia la Plata, sempre a rischio “play-out”  (spareggio con la terza e quarta della serie B argentina per rimanere nel massimo campionato) e Gimnasia de Jujuy, ormai ad un passo alla retrocessione.