20/11/2017

Un pareggio che sorride all’Inter

maggio 10, 2009 di  
Inserito in Juventus, Milan, Serie A

iaquinta

Iaquinta riacciuffa il Milan
copyright flickr.com

MILANO – Il posticipo serale della 35esima giornata di Serie A tra Milan e Juventus si conclude con il punteggio di 1-1 . Succede tutto nella ripresa:  Seedorf che sblocca al 12′ e Iaquinta che risponde al 15′. Lo score di San Siro non fa felici nè milanisti che juventini ma rallegra solo l’Inter che, a tre giornate dalla fine, può contare su 7 punti di vantaggio che rappresentano una grossa ipoteca per il tricolore 2008/2009.

Fisicità contro tecnica: L’inizio della partita è all’insegna dell’equilibrio e dello scontro tra due credi calcistici opposti: la fisicità della Juve contrapposta all’abilità tecnica e di palleggio del Milan. Gli uomini di Ranieri sembrano aver interpretato bene la partita e con il passare dei minuti prendono le redini del centrocampo a dispetto di un Milan un pò in difficoltà e sorpreso da una Juve così aggressiva. I bianconeri nel primo tempo costruiscono 2 situazioni pericolose : Marchionni al 15′ ha un’occasione a tu per tu con Kalac ma viene anticipato da un super Maldini. Al 36′ Poulsen, grazie ad un’abile giocata, disorienta la difesa rossonera ma spara a lato da posizione molto favorevole. Il Milan, dal canto suo, vive molto sulle lune di Kakà visto che Pirlo sembra un pò in balia del centrocampo bianconero ma anche il brasiliano, al di là di qualche giocata, non riesce ad essere incisivo come al solito. Il primo tempo si conclude sullo 0-0.

I Goal: La ripresa sembra raccontare la stessa storia del primo tempo: Juve tutto pressing e aggressività, Milan disorientato e sofferente per la fisicità bianconera. Al 5′ gli uomini di Ranieri hanno l’opportunità di sbloccare il risultato grazie ad un’azione di Iaquinta che spara un potente destro che Kalac non trattiene ma Amauri, colpevolmente, non riesce a ribadire in rete da posizione favorevole. Il Milan risponde con Seedorf al 9′ ma il tiro dell’olandese è completamente sballato. Da un’azione di attacco dei bianconeri si origina clamorosamente il goal del Milan: Inzaghi, al solito, parte sul filo del fuorigioco creandosi un’ autostrada sulla fascia sinistra che sfrutta servendo l’accorrente Ambrosini che carica un tiro che, fortunosamente, si tramuta in un assist perfetto per Seedorf: rossoneri in vantaggio al 12′ della ripresa. Neanche il tempo di esultare che 180 secondi dopo la Juve trova il pareggio grazie a Iaquinta che, servito da Camoranesi, anticipa Flamini e trafigge Kalac al 15′.

Inter Felice: Ancelotti e Ranieri provano a mischiare le carte in tavola con gli inserimenti di Ronaldinho e Pato, tra i rossoneri, e di Zebina e Del Piero, tra i bianconeri, ma al di là di una girata di Inzaghi che si spegne a lato di poco non si costruisce. La Juve chiude la partita in 11 contro 10 grazie all’espulsione di Favalli ma i primi 60 minuti per gli uomini di Ranieri sono stati molto probanti sotto l’aspetto atletico e quindi la partita si conclude sullo 1-1. Risultato che scontenta entrambe e che rende felice Mourinho e l‘Inter.