26/05/2017

Del Piero 600 contro il Milan, Inter contro l’incubo Chievo

ROMA – La 35esima giornata di Serie A propone una delle sfida più sentite e importanti del nostro calcio come Milan-Juventus. La squadra di Ancelotti  arriva , all’appuntamento contro la Vecchia Signora, forte di 7 vittorie nelle ultime 8 partite e di una condizioni psicofisica, quindi, invidiabile. I Bianconeri , di contro, non vincono ormai da più di un mese e debbono guardarsi anche alle spalle dalla rientrante Fiorentina. Il confronto di San Siro sarà anche ricordato in casa bianconera per la 600esima partita di Alex Del Piero con questa maglia. Il capitano bianconero , alla vigilia della sfida, non ha la certezza se partirà o meno titolare però sicuramente questo traguardo gli darà uno stimolo in più per far bene e per onorare se stesso e la sua squadra. Dall’altra sponda di Milano, l’Inter affronta l’incubo Chievo , a Verona, compagine che per tradizione ha spesso fatto soffrire i neroazzurri. La vittoria contro la Lazio ha restituito un pò di tranquillità agli uomini di Mourinho anche, se con Ibrahimovic squalificato, ottenere i 3 punti non sarà di certo facile visto anche l’avversario. Il resto della giornata propone Torino-Bologna, importante in chiave salvezza, Atalanta-Genoa, Cagliari-Roma, Catania-Fiorentina, Lazio-Udinese, Lecce-Napoli, Sampdoria-Reggina, Siena-Palermo.

Sampdoria:Mazzarri, in vista della finale della Coppa Italia, vara il turnover facendo partire, verosimilmente, Cassano dalla panchina con il giovane Marilungo, al suo posto, al fianco di Pazzini. Una botta alla caviglia destra ha costretto invece Pietro Accardi a saltare la sfida di domani. Lo stop al difensore siciliano si unisce a quello degli indisponibili a Sammarco e Lucchini. In difesa torna Stankevicius con Raggi e Gastaldello. La formazione quindi dovrebbe essere: Mirante-Stankevicius-Gastaldello-Raggi-Padalino-Franceschini-Dessena-Delvecchio-Ziegler-Marilungo-Pazzini

Reggina: Orlandi dàiducia al medesimo schieramento visto contro il Bologna. Il tecnico amaranto dovrebbe partire quindi con un 3-5-1-1 con Ceravolo unico riferimento avanzato con Brienza alle sue spalle. La formazione dovrebbe essere quindi: Puggioni-Lanzaro-Valdez-Santos-Adejo-Barreto-Carmona-Barillà-Costa-Brienza-Ceravolo

Lazio:Rossi ha convocato venti giocatori. Esclusi, oltre allo squalificato Ledesma e agli infortunati Inzaghi, Foggia e Pandev, anche Cribari e Manfredini. Il tecnico pare intenzionato ad operare un turn over abbastanza ampio in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì prossimo. La formazione dovrebbe prevedere: Muslera-De Silvestri-Siviglia-Rozenhal-Radu-Lichtsteiner-DaboMatuzalem-Del Nero-Zarata-Rocchi

Udinese: Marino prova ad onorare al meglio possibile quest’ultimo scorcio di campionato puntando , al solito, con il tridente offensivo Pepe-Quagliarella-Sanchez. Vista l’indisponibilità di Felipe, il tecnico bianconero dovrebbe far giocare Domizzi nel ruolo di centrale nello schieramento a quattro. In mediana sono candidati Inler, D’Agostino e Asamoah. La formazione dovrebbe essere quindi: Handanovic-Isla-Zapata-Domizzi-Pasquale-Inler-D’Agostino-Asamoah-Pepe-Quagliarella-Sanchez

Atalanta: Del Neri , per il confronto di Bergamo contro il Genoa, dovrebbe recuperare al centro della difesa Thomas Manfredini, nonostante i problemi in settimana, e Cigarini, Padoin nella zona nevralgica del campo. In avanti , al posto dello squalificato Doni, dovrebbe giocare Plasmati al fianco di Floccari. L’undici bergamasco dovrebbe essere quindi: Consigli-Garics-Capelli-Manfredini T.-Peluso-Defendi-Guarente-Cigarini-Padoin-Plasmati-Floccari

Genoa: Gasperini , in vista della partita contro l’Atalanta, dovrebbe seguire la linea giovane con ben 5 giocatori della primavera convocati e con una difesa a 3 assai con la media anagrafica bassa cioè Papastathopoulos, Bocchetti e Criscito. Torna dal primo minuto Modesto a centrocampo , mentre, in avanti confermato il tridente del derby vittorioso con la Sampdoria. La formazione dei grifoni dovrebbe essere: Rubinho-Papastathopoulos-Bocchetti-Criscito-Rossi-Milanetto-Juric-Modesto-Sculli-Milito-Palladino

Cagliari: All’inizio del campionato parlare di questa partita come di un confronto per l’Europa avrebbe fatto sorridere a Cagliari ma in realtà è così. Allegri vuole crederci ancora, nonostante la batosta di Palermo, e si affiderà , nel confronto contro i giallorossi, al canonico 4-3-3.. Viste le indisponibilità di Lazzari e Parola e un Cossu non in perfette condizioni sarà Jeda ad agire da trequartista alle spalle delle punte Acquafresca e Matri. La formaziona cagliaritana dovrebbe essere: Marchetti-Pisano-Lopez-Canini-Agostini-Fini-Conti-Biondini-Jeda-Acquafresca-Matri

Roma: Spalletti, per il confronto al Sant’Elia, recupera sia Vucinic che Mexes però deve fare a meno di Baptista nel ruolo di trequartista. I giallorossi dovrebbero quindi schierarsi con un 4-2-3-1 con: Arthur-Motta-Mexes-Panucci-Tonetto-De Rossi-Pizarro-Taddei-Brighi-Vucinic-Totti

Catania: Il Catania si prepara al secondo confronto interno con la Fiorentina dovendo rinunciare a Potenza e Ledesma , per infortuni, e a Morimoto per squalifica. Il tecnico Zenga quindi potrebbe optare per un 4-4-2 con : Kosicky-Silvestri-Silvestre-Stovini-Capuano-Sciacca-Carboni-Biagianti-Tedesco-Martinez-Mascara

Fiorentina:Formazione decisa da giorni: Kuzmanovic sostituirà l’infortunato Semioli, per il resto sarà la Fiorentina delle ultime uscite, con l’altra eccezione del ritorno di Felipe Melo a centrocampo. Confermato il 4-2-3-1 con il brasiliano e Montolivo in mezzo, Kuzmanovic con Jovetic e Vargas dietro a Gilardino. I viola quindi dovrebbero schierarsi con : Frey-Comotto-Gamberini-Dainelli-Pasqual-Montolivo-Felipe Melo-Kuzmanovic-Jovetic-Vargas-Gilardino

Chievo: Di Carlo , per la partita con la prima della classe,  non disdegna il suo 4-3-1-2 e al posto dello squalificato Pinzi , giocherà Bentivoglio, autore di un ‘ottima partita all’andata. Il resto della formazione dovrebbe prevedere l’impiego di Frey sulla fascia destra, preferito a Sardo, e il solito duo di attacco Pellissier-Bogdani. L’undici clivense dovrebbe essere quindi: Sorrentino-Frey-Morero-Yepes-Mantovani-Luciano-Rigoni-Marcolini-Bentivoglio-Pellissier-Bogdani

Inter: Per la partita di Verona, Mourinho dovrà fare a meno sia di Chivu che di Muntari al loro posto dovrebbero essere schierati Maxwell e Stankovic, arretrato sulla linea dei mediani. Il resto della formazione dovrebbe prevedere Balotelli e Figo ad agire alle spalle dell’unico riferimento offensivo che dovrebbe essere Crespo, vista la squalifica di Ibrahimovic. L’undici neroazzurro quindi : Julio Cesar-Zanetti-Cordoba-Samuel-Maxwell-Vieira-Cambiasso-Zanetti-Figo-Ba

Lecce: Sono 19 i convocati per la sfida con il Napoli. Nella lista figura anche Cacia, che torna a disposizione dopo un lungo infortunio, ma dovrebbe andare in tribuna. Giacomazzi e Benussi hanno recuperato dai lievi acciacchi di venerdì ed andranno regolarmente in campo. De Canio conferma il 4-4-2, in attacco ballottaggio Konan-Castillo per un posto accanto a Tiribocchi. La formazione salentina dovrebbe essere quindi: Benussi-Polenghi-Fabiano-Esposito-Ariatti-Giacomazzi-Edinho-Munari-Caserta-Konan-Tiribocchi

Napoli: Il Napoli di Donadoni va a Lecce per concludere al meglio possibile una stagione deludente viste le attese e le potenzialità della squadra partenopea. La formazione napoletana dovrebbe prevedere l’impiego di Pià dal primo minuto in luogo di Zalayeta autore di una settimana alquanto movimentata (assenza in allenamento ingiustificato). Il Napoli dovrebbe quindi schierarsi con: Navarro-Santacroce-Cannavaro-Contini-Montervino-Blasi-Amodio-Hamsik-Mannini-Denis-Pià

Siena: Giampaolo affronta la partia con il Palermo a cuor leggero dopo aver raggiunto una quota sicurezza per la salvezza. Per il confronto contro i rosanero il tecnico dovrà rinunciare a Maccarone mentre dovrebbe rientrare tra i pali Curci. La formazione senese dovrebbe essere: Curci-Zuniga-Brandao-Portanova-Rossi-Vergassola-Codrea-Galloppa-Kharja-Calaiò-Ghezzal

Palermo: Ballardini, per la partita di Siena importante in chiave Uefa, dovrà fare a meno di Balzaretti, influenzato, Kjaer e probabilmente anche di Liverani anche se sul recupero del capitano il tecnico fa affidamento. I rosanero dovrebbero schierarsi con il classico 4-3-1-2 con : Amelia-Cassani-Migliaccio-Bovo-Savini-Nocerino-Liverani-Bresciano-Simplicio-Miccoli-Can

Torino: Abate va in panchina, Dzemaili recupera e parte titolare. Giancarlo Camolese rilancia Pisano fra i titolari e presenta il Toro a trazione anteriore con le due punte (Bianchi e Stellone) appoggiate da capitan Rosina. La formazione dovrebbe essere quindi: Calderoni-Franceschini I.-Natali-Pisano M.-Diana-Barone-Dzemaili-Rubin-Rosina-Bianchi-Stellone

Bologna: Per lo spareggio salvezza con il Torino, Papadopulo torna ad un assetto più prudente che dovrebbe prevedere unico riferimento avanzato Di Vaio e una folta linea di centrocampo a cinque capace di interdire e sfruttare il contropiede. Tra i pali ritorna Antonioli. La formazione rossoblu dovrebbe essere quindi con un 4-5-1 : Antonioli-Zenoni-Moras-Castellini-Terzi-Valiani-Casarini-Volpi-Mudingayi-Coelho-Di Vaio

Milan: Ancelotti, per l’importante confronto di San Siro contro la Juve, cerca di tenere ancor vivo questo campionato e di continuare una striscia positiva anche contro una rivale storica come la Vecchia Signora. Il tecnico rossonero dovrebbe adottare un 4-3-1-2 con Kakà e Inzaghi di punta e Seedorf ad agire da trequartista alle spalle dei due. Dovrebbe essere preferito Flamini nel ruolo di mezz’ala destra al posto di Beckham. L’undici rossonero dovrebbe essere quindi: Dida-Zambrotta-Maldini-Favalli-Jankulovski-Flamini-Pirlo-Ambrosini-Seedorf-Kakà-Inzaghi

Juventus: Per la supersfida del Meazza, la Juve fa ancora i conti con gli infortuni. Questa settimana è stato Molinaro a fermarsi e salterà tutto questo scorcio finale di stagione. Ranieri recupera sia Legrottaglie che Marchisio anche se , a centrocampo, dovrebbero partire Zanetti-Poulsen. In avanti sembra favorita la coppia Amauri-Iaquinta rispetto a mister 600 partite in bianconero Alex Del Piero. I bianconeri dovrebbe schierarsi quindi con un 4-4-2: Buffon-Grygera-Legrottaglie-Chiellini-De Ceglie-Marchionni-Poulsen-Zanetti-Giovinco-Iaquinta-Amauri