18/12/2017

E’ solo Manchester: si vola a Roma

maggio 6, 2009 di  
Inserito in Champions League

cristiano_ronaldo

I colpi di genio di C.Ronaldo trascinano in finale lo United
copyright flickr.com

Londra– Sarà ancora Manchester in finale, una macchina perfetta che vola a Roma per difendere il titolo conquistato la scorsa stagione. Finisce 3-1 in casa dell’Arsenal dopo una gara giocata senza sbavature da parte dei diavoli rossi.

PARTENZA LAMPOSir Alex Ferguson ritrova, per sua fortuna, Evrà e Ferdinand, e lascia fuori Tevez preferendogli Park alle spalle di Cristiano Ronaldo e RooneyWenger ripropone la formazione titolare fatta eccezione per Silvestre, non recuperato. Al suo posto Djourou. I padroni di casa partono bene, più pimpanti e motivati dallo svantaggio dell’andata. Ma è una supremazia che dura pochissimo. Perchè il Manchester è di altra categoria, non solo nei singoli ma soprattutto nella manovra corale, dove a spadroneggiare è il pallone d’oro in carica, che sulla fascia sinistra fa quello che vuole. E all’11’ è vantaggio: palla al centro per il piccolo Park che, approfittando di uno scivolone sfortunato di Gibbs, insacca. Passano 3′ ed è raddoppio su punizione per Ronaldo, con Almunia che si lascia colpevolmente sorprendere. I Gunners sono tramortiti, vanno in affanno e lì davanti creano poco con un Adebayor lasciato solo.

K.O.– Il Manchester torna in campo più “cattivo” di prima. Nell’Arsenal entra Ebouè al posto di Gibbs, ma la solfa è sempre la stessa. Le ripartenze degli ospiti non lasciano modo di pensare, di far riflettere i padroni di casa, e sullo sviluppo di un contropiede da manuale arriva la terza rete: CR7 libera Park con un colpo di tacco, scambio con Rooney che serve ancora il portoghese e Almunia è battuto. E’ finita per i ragazzi di Wenger, che trovano il gol della bandiera con Van Persie su rigore, dopo che Fletcher commette fallo da ultimo uomo su Fabregas. La truppa di Ferguson vola a Roma, dove il 27 maggio affronterà la vincente tra Barcellona e Chelsea. In attesa di sapere se sarà ancora derby inglese come lo scorso anno, con le stesse squadre protagoniste, o sarà sfida tra le due corazzate calcistiche più forti del momento.

ARSENAL-MANCHESTER UNITED 1-3 (0-2)
(Primo tempo 0-2)
MARCATORI: Park (M) all’8’, C.Ronaldo (M) all’11’ p.t.; C.Ronaldo (M) al 16’, Van Persie (A) su rigore al 31’ s.t.
ARSENAL (4-3-3): Almunia; Sagna, Kolo Touré, Djourou, Gibbs (Eboué 1’ s.t.); Song, Fabregas, Nasri; Walcott (Bendtner 17’ s.t.), Adebayor, Van Persie (Vela 34’ s.t.). (Fabianski, Silvestre, Diaby, Denilson.). All: Wenger
MANCHESTER UTD (4-3-3): Van der Sar; O’Shea, Ferdinand, Vidic, Evra (Rafael 20’ s.t.); Fletcher, Carrick, Anderson (Giggs 17’ s.t.); C. Ronaldo, Rooney (Berbatov 22’ s.t.), Park. (Kuszczak, Evans, Scholes, Tevez.). All: Ferguson
ARBITRO: Rosetti (Italia), assistenti Calcagno e Ayroldi.
NOTE: Ammoniti Nasri, Eboué e Adebayor per gioco scorretto. Espulso Fletcher (30’ s.t.) per gioco scorretto Recuperi: primo tempo 0’, secondo tempo 3’.