18/12/2017

Velez, un pari per allungare. Male il River, Boca sempre più giù

maggio 5, 2009 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

banfield

Il Banfield amplifica la crisi del Boca Jrs
copyright flickr.com

Buenos Aires– Continua la marcia in vetta del Velez durante la 12esima giornata del Clausura. La capolista esce indenne dal difficile campo di Tucuman, mantenendo la propria imbattibilità nel torneo, e approfitta degli altrui imbarazzi per allungare. La prima inseguitrice Lanus, infatti, cade malamente in casa con l’Estudiantes, così come il Colon sul campo dell’Argentinos. Crescono i malumori in casa delle due super big River e Boca, con i Millonarios ormai tagliati fuori dalla corsa per il titolo e gli xeneizes sempre più vicini al fondo della classifica. Primo sorriso, invece, per Simeone, che coglie il primo successo in extremis con il suo San Lorenzo.

Imbattibilità– La squadra di Gareca supera dunque un altro test difficile e si conferma candidata numero uno al successo finale. La capolista gioca senza timori reverenziali, ma non trova il guizzo giusto dei suoi attaccanti; Larrivey pare appannato, Hernan Lopez si concede un turno di riposo. Lo 0-0 finale basta comunque per mantenere l’imbattibilità e guadagnare un punto -il vantaggio sale a +2- sul Lanus. El Granate si sgretola a sorpresa contro una delle due superstiti argentine in Libertadores, l’Estudiantes. Il trio BoselliFernandezIberbia sancisce un ko che non ammette repliche e ridimensiona per ora il valore della formazione di Zubeldia. Cede anche il Colon a fronte dell’Argentinos, che con Canuto e Hauche abbandona l’ultima scomoda piazza. Sale così al terzo posto il sorprendente Huracan. Contro il Godoy Cruz (3-2) arriva il quarto successo di fila: a segno Goltz, Nieto e Federico, inutili le reti ospiti di Borghello e Jimenez.

Big in crisi– Tira brutta aria in casa River. Dopo l’eliminazione in coppa, anche le ambizioni ‘scudetto’ stanno per essere ammainate. I Millonarios riescono nell’infelice impresa di far risorgere il Newell’s e salvare la panchina di Sensini dopo 9 turni senza vittorie. Di Formica il gol decisivo. Sta ancora peggio -ma almeno è in corsa in Libertadores- il Boca, che infila alla Bombonera il sesto turno senza sorrisi. Gli xeneizes vengono beffati in pieno recupero da un Banfield tutto astuzia e contropiede, dopo aver recuperato due volte la situazione di svantaggio (3-2). Il fondo della classifica è vicinissimo. Fondo che è già triste realtà per un’altra protagonista dell’ultimo Apertura, il Tigre. El Matador soccombe sotto i colpi di un Montenegro scatenato (doppietta) e un Independiente più che mai altalenante (4-1).

Tecnici miracolosi– Torna un pò di sereno, invece, dalle parti di San Lorenzo. Dopo il pari beffa di sette giorni fa, stavolta è la squadra di Simeone a trovare la via del successo oltre il 90′ con Bergessio. A farne le spese il Gimnasia; primo successo per il Cholo. Continuano a far miracoli Lombardi e Merlo, tecnici subentranti sulle panchine di Racing e Rosario. Le due compagini vincono ancora (4-1 all’Arsenal e 1-0 al Gimnasia Jujuy) e avanzano a braccetto a quota 18 a ridosso delle prime posizioni. La salvezza si avvicina a grandi passi.