21/08/2017

Spettacolo al Partenio, bene il Livorno, dietro risale il Modena

maggio 3, 2009 di  
Inserito in Serie B

avellino

L’Avellino riprende il Parma
copyright flickr.com

ROMA – In questa 38° giornata di Serie B, aspettando il big match tra Bari e Empoli che potrebbe chiudere il discorso promozione per gli uomini di Conte (visto il pareggio del Parma ad Avellino), il Livorno resuscita, spera nella promozione diretta e guadagna punti in chiave playoff sulle inseguitrici Brescia e Sassuolo fermate sul pareggio rispettivamente da Albinoleffe e Frosinone. Dietro continua la marcia d’avvicinamento del Modena che batte anche l’Ascoli e si porta ad un soffio dalla salvezza.

Albinoleffe – Brescia 1-1

Nel derby bresciano passa in vantaggio l’Albinoleffe, che senza Madonna riesce a trovare la via del goal con Ruopolo che al 15′ piazza un gran tiro al volo dalla distanza, un vero e proprio capolavoro. Risponde il Brescia fissando il punteggio sul risultato di 1 a 1 al 64′ con Possanzini, che dopo oltre 3 mesi trova ancora la via e la gioia del goal dopo che il suo colpo di testa su cross di Dallamano era stato parato ma non bloccato da Coser.

Ascoli – Modena 1-2

Non si ferma più il Modena che risale la classifica con una fame di salvezza senza eguali rispetto alle dirette concorrenti. Parte bene la squadra ospite che dopo 8′ passa in vantaggio con De Oliveira che irrompe in area di rigore e riceve un pallone da Catellani e lo scarica di prepotenza in porta. Partita chiusa al 61′ con il raddoppio dei canarini ancora su assist di Catellani, questa volta per Bruno che timbra il 16° centro stagionale. Accorcia l’Ascoli a 2′ dalla fine con il “cobra” Soncin abile a girarsi dentro l’area e a metterla sotto la traversa per il 7° centro stagionale. Modena che infila la 3° vittoria in 4 gare.

Avellino – Parma 3-3

Succede di tutto al Partenio di Avellino con 6 reti nei secondi 45 minuti. Al 50′ apre le danze di testa Troest su calcio di punizione dalla destra. Passano 6′ e Aubameyang trova la sua prima gioia in Serie B dopo un bell’assist di Visconti. Pari che dura poco perchè già 120″ dopo Reginaldo riporta in vantaggio gli emiliani con Paloschi trasformatosi per l’occasione come assist man. C’è lo zampino di Paloschi anche nell’ 1-3 quando serve Morrone che col piattone punisce Padelli. L’Avellino è più vivo che mai e accorcia all’81’ con Babù che da fuori area scocca un tiro che rimbalza davanti a Pavarini beffandolo. Il preludio al pareggio è nell’aria e si concretizza all’ 84′, quando Ciotola ruba palla a Lunardini e batte Pavarini con un piattone chirurgino nell’angolino per il definitivo 3 a 3.

Cittadella – Grosseto 0-2

E’ al 64′ che si sblocca il match su calcio di rigore per una “parata” di Castiglia su un colpo di testa: rosso e rigore che Sansovini realizza. Il raddoppio arriva poco piu tardi, al 74′ con Vitiello che su assist di Sansovini aggira il portiere di casa e lo batte con un piatto destro per il definitivo 0 a 2.

Mantova – Treviso 3-1

Ci pensa un Godeas che non segnava da quasi 6 mesi a sbloccare il risultato a Mantova dopo 6′ con un gran stacco di testa su corner. Ci pensa però una papera di Handanovic junior a ristabilire la parità quando su corner l’estremo divensore devia di pugno sui piedi di Galluppo ed è bravo Missiroli ad essere piu lesto di tutti e a segnare il goal dell’ 1 a 1 al 20′. Nella ripresa al 58′, ancora Godeas segna il vantaggio del Mantova con un goal in fotocopia al primo, calcio d’angolo e stacco di testa. Al 90′ la gioia del “gigante buono” diventa estasi quando segna una tripletta ricevendo un pallone in area, e piazzandolo alle spalle del portiere del Treviso per il definitivo 3 a 1.

Pisa – Ancona 2-0

Il Pisa resuscita con la prima vittoria della gestione Giordano e batte una diretta concorrente per la lotta salvezza incamerando 3 punti d’oro e tanto ossigeno in classifica. E’ Trevisan che su calcio d’angolo pesca l’incrocio di testa al 55′. Chiude la pratica al 72′ Joelson catapultandosi su un pallone non trattenuto da un non impeccabile Da Costa.

tavano1

Tavano avanza nella classifica cannonieri
copyright flickr.com

Salernitana – Livorno 0-2

Tiene per 84 minuti la Salernitana prima di arrendersi alla potenza del Livorno e di Miglionico, che rompe gli equilibri gettandosi di testa su un pallone dalla sinistra di Bonetto. Un minuto più tardi è Tavano ad incrementare il proprio bottino personale come capocannoniere con un esterno che non lascia scampo al portiere avversario.

Sassuolo – Frosinone 1-1

Frena il Sassuolo in casa contro il Frosinone che passa in vantaggio con il solito Eder, che dopo tanti goal di piede ci mette la testa su un’uscita non perfetta dell’estremo difensore verde nero dopo 14′. Pareggio meritato del Sassuolo con Noselli, in questo momento uno degli uomini più in forma, che raccoglie un cross di Zampagna e di testa la mette là dove il portiere non può arrivare (72′).

Triestina – Piacenza 0-0

L’unico zero a zero della settimana è quello tra Triestina e Piacenza. Un tempo a testa di emozioni: i primi 45′ hanno visto un Piacenza schiacciare nella propria tre quarti i padroni di casa senza però riuscire a superare l’estremo difensore alabardato. Ripresa con la Triestina più convinta dei propri mezzi e magari a seguito anche di un calo fisico degli ospiti per quanto avevano spinto nei primi 45′. Pareggio giusto e posta divisa equamente.