23/08/2017

Pari sorridente allo Shakhtar, Amburgo passa a Brema

maggio 1, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Europa League

4967274

Trochowski stende il Werder
copyright flickr.com

ROMA – Il derby tedesco-ucraino , nelle semifinali di Coppa Uefa, vede un pareggio nel confronto tra lo Shaktar e la Dinamo Kiev 1-1 , sorridente agli uomini di Lucescu per il fattore trasferta, mentre nello scontro tutto tedesco, a sorpresa, prevale l’Amburgo contro il Werder di Diego grazie ad un goal di Trochowski.

Dinamo Kiev-Shakhtar Donetsk 1-1

E’ un risultato che sorride allo Shakhtar quello di Kiev nel derby tutto ucraino di Uefa. Gli uomini di Lucescu , infatti, strappano un 1-1 al termine di una partita molto sofferta,  specialmente nel primo tempo,  e  con questo score hanno la possibilità di gestire il ritorno anche con un risultato a reti bianche. Come detto, la Dinamo aveva cominciato bene la partita ed era riuscita a sbloccare il risultato grazie ad un’autorete di Chygrynskiy all 22′ del primo tempo. Gli uomini di Kiev però non sono abbastanza concreti e non capitalizzano la netta superiorità nella prima frazione di gara per chiudere il discorso qualificazione. Nella ripresa, infatti, gli uomini di Lucescu reagiscono e arrivano al pareggio grazie ad una combinazione tutta brasiliana Jedson-Fernandinho che porta alla rete quest’ultimo al 68′. La partita non muta il proprio corso , nonostante gli sforzi della Dinamo, e si conclude sull 1-1.

Werder Brema – Amburgo 0-1

A Brema l’Amburgo di Martin Jol riesce nell’impresa di battere il Werder in casa propria mettendo una serie ipoteca per l’approdo in finale.  La partita mette subito in evidenza la squadra ospite che sembra aver approcciato meglio la gara e , dopo le occasioni fallite da Olic e Guerrero, gli uomini di Jol passano al 28 ‘ del primo tempo grazie ad un colpo ti testa di Trochowski su cross di Demel. Il Werder non sembra mai entrare veramente in partita e Diego stenta ad accendersi. Nella ripresa , nel tentativo di recuperare la partita, si assiste a rapidi capovolgimenti di fronte con il Brema che cerca di sfondare con azioni in ampiezza e con l’Amburgo che agisce prevalentemente di rimessa. Due occasioni ,una per parte, con Hugo Almeida e Olic non cambiano il risultato che sorride alla squadra di Jol.