20/11/2017

Lega calcio, storica spaccatura. Nasce la nuova Lega Serie A

aprile 30, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Serie A, Serie B

lega-calcio

La Lega calcio si spacca
copyright flickr.com

Milano– E’ finita un’epoca. E’ datata 30 aprile 2009 la clamorosa e definitiva spaccatura tra i club di serie A e B che frantuma i vertici del calcio professionistico nostrano. Da questa scissione nasce un nuovo organismo, la Lega calcio serie A, al cui capo è stato posto Maurizio Beretta, ex direttore generale di Confindustria. Una decisione raggiunta quasi all’unanimità dei voti: soltanto il Lecce, tra le 20 società di massima serie, non ha appoggiato la scissione. Il processo di separazione, punta d’iceberg di una tensione neanche troppo latente tra le due sfere in gioco, sarà probabilmente gestito da un commissario.

La decisione è stata assunta -si legge nel comunicato ufficiale – in conseguenza della verificata impossibilità di raggiungere intese con le società di serie B. La decisione delle 19 società di serie A è conforme allo scenario europeo: va dunque letta e interpretata quale normale evoluzione verso le più moderne linee del calcio professionistico. È diretta a valorizzare tutte le componenti del settore a cominciare dalla serie B quale categoria di supporto della Lega maggiore“. Insomma, si fa riferimento al modello della Premier League. Ma, com’era prevedibile, le società cadette non hanno accolto di buon grado questa spaccatura, che di fatto le indebolisce ulteriormente sia sul piano decisionale che economico: “Oggi abbiamo assistito a una farsa, la cui gravità è di tutta evidenza” è il lapidario commento di Gianfranco Andreoletti, presidente di categoria della serie B. “E’ in atto un gioco per trasformare uno sport in cui c’è chi vince e chi perde, in un altro in cui vincono tutti“, ha aggiunto il patron dell’Albinoleffe, annunciando che “ora ci faremo assistere da uno studio legale e faremo partecipi della nostra preoccupazione la Federcalcio, il Coni e il Governo“. Ancor più duro e diretto il numero uno della Triestina, Stefano Fantinel:Oggi si voleva eliminare la serie B, la fase due sarà eliminare le piccole di serie A“.

  • Marco Belegni scrive:

    Modello premier si, ma negli altri grandi campionati europei prima e seconda divisione viaggiano insieme, ricordiamoglielo. Ora la B, da sola, rischia il tracollo…

  • Lascia un commento

    Dì la tua su questo articolo

    You must be Autenticato come to post a comment.

    -->