22/08/2017

Sorride solo il Cittadella nei match del lunedì. I legni frenano il Parma

aprile 28, 2009 di  
Inserito in Ancona Calcio, Parma, Serie B

Roma– E’ il Cittadella ad uscire con il morale più alto tra le quattro squadre che si sono affrontate nel posticipo del lunedì. Infatti nulla di fatto nel match delle 21 tra Parma e Salernitana, con i primi che volevano continuare ad inseguire il Bari nella corsa per la Serie A diretta, mentre i secondi cercavano punti salvezza importanti al Tardini. Nel match pomeridiano delle 19 passa invece il Cittadella al Conero grazie al match winner Gerardi conquistando così 3 punti di platino per la corsa alla salvezza.

gerardi

Gerardi match winner per il Cittadella
copyright flickr.com

Ancona – Cittadella 1-2

Chi è arrivato in ritardo oggi allo stadio Del Conero di Ancona probabilmente non ha vissuto le emozioni del match a pieno in quanto ci vogliono solo 120″ per vedere già esplodere il pubblico ospite grazie a Meggiorini, che dopo un tocco di Teoldi insacca alle spalle di Da Costa con un perfetto diagonale di sinistro. L’Ancona però non accusa il colpo e al 5′ ristabilisce in parità l’incontro grazie al secondo goal stagionale di Richard Vanigli che viene pescato bene da Soddimo su calcio piazzato. La partita è sicuramente viva e il vento che soffia forte non aiuta di certo i due portieri Da Costa e Pierobon. E’ forse il vento la causa scatenante il raddoppio del Cittadella che al 14′ segna il goal partita: botta di Meggiorini sul quale Da Costa non blocca e Gerardi ringrazia e insacca. L’Ancona tiene il possesso della sfera ma non riesce ad imbastire nessuna azione che riesca veramente ad impensierire il Cittadella ed anche il pubblico fischia la prestazione della squadra marchigiana. L’unico che prova a impensierire Pierobon è Soddimo che dalla distanza prova prima dai 30 mt senza però inquadrare la porta, poi grazie anche all’aiuto del vento rischia di beffare l’estremo difensore del Cittadella al 31′ con un tiro che sembrava innocuo.
Il secondo tempo procede sulla falsa riga del primo e cioè con l’Ancona a fare possesso palla ma senza riuscire a tessere delle trame di gioco che evitino almeno i fischi dagli spalti. Così Monaco prova a mischiare le carte inserendo al posto di uno spento Siqueira l’argentino Miramontes. Ma è il Cittadella a farsi pericoloso al 55° quando un Meggiorini in formato “alieno” si porta a spasso tutta la difesa marchigiana e appoggia facile per Volpe che però arriva sbilanciato e non trova la porta. 5′ e ancora Meggiorini controlla in corsa e piazza un pallonetto che si stampa sul palo con Da Costa immobile e scavalcato. Il conto dei legni però viene ristabilito al 62° quando Soddimo, il migliore dell’Ancona, spara un bolide che si stampa sulla traversa per la disperazione del pubblico di casa. Al 76° Meggiorini potrebbe chiudere il match ma un po’ Da Costa che lo ipnotizza e un po’ la poca freddezza fanno sfumare una grande occasione per chiudere il match. A Meggiorini risponde, tanto per cambiare, Soddimo che non trova il colpo giusto dopo un grande suggerimento di Mastronunzio: piattone sbilenco e palla che si alza sopra la traversa. Al 90° è bravo Da Costa a non farsi sorprendere e a compiere una gran parata sulla botta violenta di De Gasperi.

Parma – Salernitana 0-0

Partita che inizia subito bene per gli uomini di Guidolin quando al 4° Paloschi ruba palla a Cardinale e serve un pallone al bacio per Mariga (preferito a Lunardini) che di prima intenzione colpisce il cuoio che però termina a lato. La risposta degli ospiti non si fa attendere e al 7° Ganci su invenzione di Merino conclude con Pavarini però attento che blocca in due tempi. Il Parma ci riprova al 12° quando Mariga scarica un bel tiro sul quale Berni devia su Paloschi che scarica dietro per Vantaggiato che esplode un tiro che passa non di molto vicino al palo. Botta e risposta della Salernitana con Fava, imbeccato ancora da Merino, si coordina e tira impegnando Pavarini. Dopo un bell’avvio delle due squadre tocca arrivare al 41° per segnalare un azione degna di nota, su calcio piazzato tirato da Vantaggiato che impegna Berni grazie all’aiuto di un terreno di gioco reso scivoloso dalla pioggia.
La ripresa inizia in modo blando, con le squadre che si annullano a vicenda, sia per merito reciproco sia per i tanti errori in fase di impostazione di gioco. Un sussulto però lo regala Paloschi che su pallone proveniente dal fondo si esibisce in una rovesciata che vede però la gioia per il goal del pubblico emiliano stroncarsi sulla traversa (59°). Passano 2 minuti ed ancora un’esultanza stroncata dal legno per i tifosi del Parma: questa volta a farne le “spese” è Leon che su punizione aggira la barriera e centra il legno superiore della porta a Berni completamente battuto. La Salernitana, a differenza di quanto visto nel primo tempo, sembra meno decisa a creare occasioni da rete e così inizia la lunga girandola di sostituzioni che vede entrare sul terreno di gioco Cristiano Lucarelli e Manzoni per il Parma e Pestrin per la Salernitana. Un sussulto lo ha il nuovo entrato Cristiano Lucarelli ben servito da Budel salta un uomo, ma poi si intestardisce in un secondo dribbling quando avrebbe avuto tutta la possibilità di tirare a rete e perde l’occasione giusta (78°). Dopo l’ingresso di Di Napoli e Ledesma l’ultimo sussulto del match arriva proprio all’ultimo minuto di recupero da Paci che su calcio d’angolo si libera bene del diretto marcatore ma conclude sopra la traversa dopo aver schiacciato di testa e forte il pallone.