24/07/2017

Via Selighini, dentro Carboni per centrare la salvezza a Rimini

aprile 27, 2009 di  
Inserito in Rimini, Serie B

carboni

Carboni è il
nuovo allenatore del Rimini

Rimini– In questo finale di campionato di Serie B, viene esonerato Elvio Selighini dalla panchina del Rimini, dopo un campionato altalenante contornato da momenti di ottime prestazioni, soprattutto fuori casa, ma anche di frustrazione della squadra romagnola. Sicuramente l’allenatore-professore di Santarcangelo paga un po’ per tutti: società che ha preferito chiudere i rubinetti delle spese, sopratutto in campagna acquisti nel mercato di gennaio, giocatori che non trovano i giusti stimoli nonchè la giusta condizione (lunghissima quest’anno la lista dell’infermieria biancorossa, con praticamente 1/3 della squadra titolare sempre Ko, sopratutto in fase difensiva dove sono mancati per infortunio l’apporto degli esterni Vitiello e Regonesi). Insomma, una summa di problemi che sono sfociati nell’esonero, tardivo ma a conti fatti giusto del tecnico riminese. Al suo posto arriva Guido Carboni: non certo un allenatore d’esperienza, ma nemmeno alle prime armi che avrà il compito di portare alla classifica del Rimini 7 punti in 5 partite per centrare una salvezza quest’anno più combattuta che mai.

Guido Carboni, fratello del più famoso Amedeo Carboni, ex giocatore di Sampdoria, Roma e Valencia, ha militato negli ultimi anni nel Bari (2004-2006) centrando due salvezze. Nell’anno seguente è arrivato a Crotone dove ha cercato di salvare una squadra allo sbando senza però riuscire nell’impresa. Nell’ultimo anno è finito nella girandola di allenatori ingaggiati dall’Avellino, prendendo prima il posto di Maurizio Sarri, poi venendo esonerato per l’arrivo di Alessandro Calori. Vedremo se riuscirà in questa sua nuova e breve avventura a compiere l’impresa di salvare una squadra, quella del Rimini, che non ha un cattivo organico, ma pecca di grinta e di lucidità sopratutto sotto porta. La domanda però sorge spontanea per la società biancorossa: se si fosse operato un cambio in panchina alla fine del girone d’andata o comunque prima… la situazione ora sarebbe la stessa? A questo punto non servono risposte, ma fatti, quelli che si chiedono in queste ultime 5 giornate di campionato a Guido Carboni. In bocca al lupo e sopratutto buon lavoro!