25/05/2017

L’Inter cade a Napoli. Campionato riaperto

aprile 26, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Inter, Napoli, Serie A

zalayeta

Zalayeta indigesto per la capolista
copyright flickr.com

NAPOLI –  L’Inter conferma la sua pessima tradizione al San Paolo, dove non vince dal 1997. I nerazzurri perdono anche quest’anno e riaprono un campionato che sembrava ormai in ghiaccio. Il successo odierno del Milan, infatti, porta i rossoneri al secondo posto a 7 punti dalla capolista a 5 giornate dalla fine. Tre, ormai, le gare senza vittorie per la squadra di Mourinho, che adesso inizia a pagare in maniera pesante i punti gettati alle ortiche con Palermo e Juventus. Il Napoli, che non vinceva da gennaio, trova finalmente i 3 punti e regala a Donadoni il primo successo sulla panchina partenopea.

FORMAZIONIMourinho, privo dell’infortunato Muntari, non ha molte alternative a centrocampo. Si affida, così, alla stessa formazione vista a Torino contro la Juventus: Zanetti arretrato come terzino destro, Chivu a sinistra, Vieira a centrocampo e in avanti il tridente composto da Figo-Ibrahimovic-Balotelli. Donadoni risponde con una linea difensiva a 3, recuperando Santacroce in extremis, un centrocampo folto e di interdizione, con le sorprese Montervino e Amodio, e Denis preferito inizialmente a Zalayeta. Il primo tempo è decisamente sottotono. L’unica occasione significativa della prima frazione di gioco nasce da una palla inattiva, su cui Samuel si avventa di testa e che Navarro con un gran riflesso devia in angolo.

EQUILIBRIO – Per un’ora abbondante di gioco, non succede praticamente niente. Nel Napoli spicca Mannini, che contiene ottimamente un Figo non particolarmente attivo e costringe Vieira ad un fallo da ammonizione. Tra i nerazzurri, invece, si distingue il solito Balotelli. Il gioco di entrambe le squadre è lento e prevedibile: l’Inter si affida ad un lungo e sterile possesso di palla, mentre il Napoli opta per i lanci lunghi verso le punte, non molto ispirate stasera. Nel secondo tempo, la squadra di Donadoni sembra più motivata, ma Julio Cesar resta comunque inoperoso. L’unico tiro degno di nota è di Ibrahimovic, stasera decisamente in ombra, su calcio di punizione diretto su cui si distende Navarro.

GOL NAPOLI – L’Inter sembra intenzionata a conservare lo 0-0 e smette di fatto di giocare. Il Napoli, invece, inizia a crederci. Donadoni si gioca la carta Zalayeta, già castigatore dei nerazzurri nello scorso campionato, al posto di uno spento Denis. Nel giro di 10 minuti, l’uruguagio segna il gol del vantaggio dopo una bella giocata di Lavezzi. Restano 20 minuti all’Inter per tentare di recuperare il risultato, così Mourinho decide di mettere in campo Cruz al posto di Vieira. La reazione, forse anche a causa dell’impegno di giovedì in Coppa Italia, in realtà non arriva e il Napoli porta a casa un successo tutto sommato meritato. L‘Inter, in svantaggio negli scontri diretti con il Milan, dovrà fare 9 punti per vincere il campionato, invece degli 8 che le sarebbero bastati se l’inseguitrice fosse stata la Juve.