28/06/2017

Show ad Anfield. Liverpool-Arshavin 4-4, Reds frenati

aprile 22, 2009 di  
Inserito in Premier League

arshavin-arsenal

Che poker per Arshavin
copyright flickr.com

Liverpool– Un altro pazzo, maledetto 4-4. Dopo il pari show che è costato l’eliminazione dalla Champions per mano del Chelsea, i Reds si ripetono in Premier contro l’Arsenal perdendo virtualmente terreno dal Manchester United. La vetta, infatti, è momentaneamente agganciata, ma i Red Devils devono recuperare due match. Il recupero della 33° giornata è stata comunque uno spot per il calcio, con il poker sensazionale di Arshavin, la doppietta di Torres e il pari finale degli uomini di Benitez in pieno recupero. Con buona pace delle ambizioni scudetto dei Reds. Stasera scenderanno in campo lo United, impegnato contro il Portsmouth, e il Chelsea nell’antipasto di quella che sarà la finale di FA Cup con l’Everton.

La cronaca– Succede di tutto e di più, quindi, ad Anfield. La partenza è tutta dei Gunners, che passano in vantaggio con Arshavin: il russo deve solo spingere in rete l’assist perfetto di Fabregas. Il primo tempo si chiude sull’1-0 per la band Wenger, ma il bello deve ancora venire. Ad inizio ripresa, infatti, c’è la reazione Reds. E’ il solito inesauribile Kuyt a propiziare l’uno-due micidiale targato Torres, abile nel battere di testa Fabianski, e Benayoun, la cui deviazione in tuffo sancisce il sorpasso. Ma questa è la notte di Arshavin. Il russo prima fa tutto da solo, fulminando Reina con un diagonale dal limite, poi trova il 3-2 grazie ad un inaspettato regalo della difesa locale. Dall’altra parte, però, c’è un altro fuoriclasse chiamato Torres. Il Nino manda per aria Silvestre con una finta magistrale e piazza una stoccata forte e precisa. 3-3. Partita finita? Macchè. Il Liverpool vuole vincere, ma si scopre lasciando spazio al contropiede dei Gunners. E a quel diavolo di Arshavin, che al 90′ completa la sua opera con un poker da applausi. Una mazzata incredibile, ma il Liverpool, si sa, non muore mai, ed esattamente come in coppa, trova il 4-4 in pieno recupero con Benayoun. Applausi per tutti.