24/06/2017

Davanti vincono tutte, dietro resuscita solo il Rimini

aprile 22, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Serie B

barretobari

Hat trick per Barreto
copyright flickr.com

Il recupero del martedì per il disastroso terremoto avvenuto in Abruzzo, vede le big di serie B continuare a suon di vittorie. A farne le conseguenze sono le squadre impegnate nella lotta per non retrocedere, dalla quale ne approfitta solo il Rimini, tornato al goal e alla vittoria dopo quasi 500 minuti di astinenza ai danni della Salernitana.

Vicenza – Triestina 1-0

In un turno in cui quelle davanti vincono tutte, la Triestina arranca ed esce sconfitta al Romeo Menti contro un Vicenza che così si allontana definitivamente dalla zona bassa della classifica grazie anche ai risultati negativi delle dirette concorrenti alla salvezza. Decide un goal di Raimondi allo scadere del primo tempo con un preciso rasoterra sul quale non può nulla Agazzi.

Albinoleffe – Cittadella 2-0

Gli uomini di Madonna passano facile contro il Cittadella e rimangono attaccati al treno playoff, sebbene la formazione bergamasca fosse ben rimaneggiata. Cellini apre le marcature dopo essersi involato in un’azione di contropiede al 31′. Passano solo 10′ e la pratica Cittadella è chiusa con  Ruopolo al 10° centro stagionale, che si porta a spasso la difesa del Cittadella e dai 16 metri fà partire un rasoterra che si insacca alle spalle di Pierobon.

Ancona – Bari 0-3

Non si sazia il Bari che sebbene virtualmente in A, non allenta la morsa e dopo i 3 goal rifilati al Rimini, ne dà tre anche all’Ancona. Tre volte Barreto (che coglie anche un palo) in 45′ spegne ogni minima idea della squadra di casa di finire il match con qualche punto: al 10′ un inserimento degno del miglior Pippo Inzaghi su una deviazione spiana la strada ai pugliesi, che al 17° si ripete dopo aver ricevuto una gran palla da Kutuzov. Chiude con un hattrick (tripletta) al 45° sempre Barreto dal dischetto un rigore molto dubbio.

Brescia – Avellino 3-0

Resiste per 78′ l’Avellino prima di crollare sotto i colpi di un Brescia più determinato che mai a fare bene in casa. Rompe gli equilibri Gorzegno a 13′ dal termine dopo una mischia in area la palla arriva al giocatore che al volo spara dai sedici metri un bel rasoterra. L’Avellino che già aveva arretrato il suo baricentro crolla e subisce il 2-0 ad opera di Taddei all’81° che su punizione deviata da un uomo in barriera beffa per la seconda volta Padelli. Chiude Caracciolo su calcio di rigore al 90°.

Frosinone – Modena 1-0

Al Matusa punti salvezza pesantissimi per il Frosinone ai danni di un Modena che ultimamente aveva fatto capire che non era ancora domato. Pinardi ed Eder i rispettivi migliori delle due squadre, con il secondo che però pesca un gioiello da 3 punti su calcio di punizione che egli stesso s’era procurato al 68°.

Grosseto – Empoli 2-2

Derby vibrante allo Zecchini di Grosseto. Apre le marcature Flachi al secondo goal consecutivo dopo 43′ grazie ad un gral lavoro di Saudati. Capovolgimento del match in soli 15′ ad opera del Grosseto che prima con Federici di testa (63°) e poi con Pichlmann con una gran conclusione dal limite dell’area (78°) porta in vantaggio il Grosseto. L’Empoli non demorde e raggiunge il pareggio meritato allo scadere con Pozzi che sfrutta al meglio un’ottima torre.

Parma – Ascoli 2-0

Vantaggio degli emiliani con Morrone (21°) a conclusione di un’azione sull’asse Paloschi –  Mariga – Castellini. Chiude definitivamente i conti il solito Paloschi su corner dopo esser scappato dalla marcatura diretta del proprio uomo insacca di testa per il definitivo 2-0.

Pisa – Mantova 1-1

Un punto che non serve a nessuno quello che conquistano Pisa e Mantonva, vista anche la vittoria dietro di Rimini e Frosinone. In campo c’è solo il Pisa e lo dimostrano i due pali in 30 minuti pescati da Degano e D’Anna. Supremazia che si concretizza nel goal in mischia di Bonucci al 34°.  La ripresa vede però gli ospiti portarsi in situazione di parità grazie anche ad una svirgolata di Viviani che permette al 53° a Marchesetti di trafiggere il portiere pisano. Sette giri d’orologio più tardi Sedivec rischia di beffare i padroni di casa con un tiro incrociato che però impatta sul palo. In pieno recupero salvataggio sulla linea di Cristante sul tiro di Genevier.

Rimini – Salernitana 2-0

Altro scontro salvezza quello tra Rimini e Salernitana assieme a quello giocato al Matusa di Frosinone. Passano i romagnoli con un gral goal di testa di Cipriani a fine primo tempo. Salernitana che sbaglia ghiotte occasioni per il pareggio e subisce in finale di tempo regolamentare il raddoppio di Pagano in contropiede.

tavano1

Doppio Tavano, il Livorno torna a vincere
copyright flickr.com

Sassuolo – Piacenza 2-1

Il Sassuolo riscatta la sconfitta nel derby contro il Modena seppur con fatica e sfortuna (due pali). Al vantaggio degli ospiti dopo 15′ di Nainggolan in scivolata, risponde Noselli al 34°, servito molto bene da Poli sulla corsa e all’81°, piazza un sinistro a giro alla Del Piero per il definitivo 2 a 1 per i padroni di casa che rimangono così attaccati al treno playoff.

Treviso – Livorno 0-4

Un Treviso allo sbando resuscita un Livorno che dopo 6′ và in vantaggio con il goal più bello della giornata di E. Filippini che pesca un siluro che si insacca sul secondo palo. Il ko arriva al 39° sul colpo di testa di Galante direttamente da calcio d’angolo dopo che Gigou si era fatto espellere per un bruttissimo fallo di reazione. Ripresa che vede il Livorno controllare ma comunque rendersi pericolosa contro un Treviso evanescente. Al 71° aumenta il vantaggio con Tavano, complice una deviazione. Piove sul bagnato quando Cordaz ferma un pallone con la mano da fuori area. Treviso in 9 e Livorno che cala il poker ancora con Tavano al 83°.