28/07/2017

Zarate blocca la corsa Champions del Genoa

aprile 19, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Genoa, Lazio, Serie A

zarate2
La Lazio sbanca il Ferraris
copyright flickr.com

GENOVA – Allo stadio Luigi Ferraris di Genova , la Lazio si aggiudica la sfida con i padroni di casa rossoblu grazie ad una segnatura di Zarate al 20′ della ripresa. Vittoria meritata per gli uomini di Delio Rossi che hanno messo in mostra un ottimo calcio collettivo e hanno confermato tutto quello che di buono si era visto nel derby. Il Genoa, di contro, è apparso poco concreto in fase realizzativa e , dopo il goal di Zarate,  non ha più saputo reagire e riportarsi in partita. Gli uomini di Gasperini , ora, rischiano il sorpasso da parte della Fiorentina nella lotta per il quarto posto Champions.

Inizio Grifone: L’inizio della partita è tutto di marca rossoblu. Gli uomini di Gasperini si rendono molto pericolosi nello spazio di cinque minuti: al 2′ Biava svetta di testa su corner ma Muslera è bravissimo a salvare la sua porta e, sulla respinta,  Motta spara alto. Al 5′ è Sculli a rendersi pericoloso con un tiro dalla media distanza che finisce di poco a lato alla sinistra del portiere della Lazio.

Pressione biancoceleste: Con il passare dei minuti , però, la Lazio guadagna campo grazie ad un pressing molto ben organizzato sulle fonti di gioco genoane , Motta in primis, grazie al lavoro delle due punte Pandev-Zarate che, a turno, accorciano sul portatore di palla in fase di non possesso. La squadra di Delio Rossi, inesorabilmente, prende in mano il pallino del gioco e costruisce due occasioni nitide per sbloccare il risultato: al 27′ Pandev, da buona posizione, non concretizza l’opportunità grazie ad un prontissimo Rubinho e , sulla respinta,  Zarate spara alto. Al 38′ sempre Pandev, servito in maniera perfetta da Mauri, si trova solo davanti al portiere genoano ma, ancora una volta,  l’estremo difensore rossoblu è bravo ad evitare la capitolazione con un’uscita a valanga sul macedone.

Infortuni Lazio: Dopo tre minuti Pandev avverte un fastidio alla coscia ed è costretto ad abbandonara il campo in favore di Rocchi per sospetto stiramento. Al 42′ il Genoa torna a farsi pericoloso dalle parti di Muslera sempre con Beppe Sculli che, con una delle sue classiche incursioni dalla destra al centro, penetra nell’area di rigore laziale ma Muslera è ancora una volta bravissimo a bloccarlo in uscita. Con quest’azione termina il primo tempo sul risultato di 0-0. L’inizio ripresa vede dei cambi tattici da parte di Gasperini che inverte la posizione di Palladino con Jankovic per sfruttare la maggiore capacità di corsa del serbo. Per la Lazio, la sequela infortuni non è ancora terminata, infatti, Diakitè è costretto a lasciare il campo di gioco per una distorsione alla caviglia. Al posto del giovane difensore biancoceleste subentra Siviglia.

Zarate Decisivo: Il Genoa prova a mettere sotto pressione la difesa della Lazio e i rossoblu creano della situazioni pericolose con Juric e Sculli bloccati sempre all’ultimo dalla difesa biancoceleste. L’assalto all’arma bianca del Genoa non viene premiato grazie ad una Lazio abile nel chiudersi e veloce nel ripartire. Al 20′ della ripresa , infatti, da un lungo ribantalmento di Kolarov, la squadra di Rossi va in vantaggio grazie a Zarate con un bellissimo diagonale su cui Rubinho non può nulla. Questo goal mette ancora più frenesia nel gioco degli uomini di Gasperini i quali , per una disattenzione difensiva, rischiano di capitolare nuovamente ma Rubinho è bravissimo in uscita su Zarate. I rossoblu attaccano a testa bassa ma non trovano il varco giusto mentre è sempre la Lazio , quando riparte, a rendersi  molto pericolosa senza però trovare il goal della serenità. La partita , comunque, premia i giocatori di Rossi e fa tornare un pò più sulla terra gli uomini di Gasperini.