19/09/2017

Inzaghi aggancia la Juventus, Toro travolto

aprile 19, 2009 di  
Inserito in Serie A

inzaghi

Tripletta Inzaghi al Toro
copyright flickr.com

MILANO – Aggancio effettuato. Il Milan travolge il Torino 5-1 nel posticipo della 32/a giornata e sale al secondo posto in classifica appaiando la Juventus a quota 64 punti.

MILAN TONICO – Con i bianconeri che rallentano in casa contro l’Inter e col Genoa che affonda al Ferraris sotto la stoccata di Zarate, l’occasione per il Milan di Ancelotti di agganciare il secondo posto e allontanare il Grifone dalla corsa alla terza piazza è doppiamente ghiotta. E così la goleada finale è la risposta a chi nei turni scorsi parlava di un Milan vincente ma stanco e lanciato verso il secondo posto solo grazie ai passi falsi delle avversarie. Il calcio è anche questo, ma la squadra vista ieri a San Siro era tutt’altro che lenta e prevedibile complice lo stato di grazia di Pippo Inzaghi e lo stato di forma eccezionale di David Backham.

TORO, CHE GUAIO – Davvero un brutto Ko per il Toro che, goleada a parte, non poteva assolutamente permettersi di perdere in vista della salvezza. Gli uomini di Camolese non hanno sfruttato le assenze in difesa dei rossoneri costretti a schierare Flamini come terzino destro e a rispolverare Maldini non al meglio della forma.

‘EL SEGNA SEMPER LU’ – Il Milan è in grande spolvero e lo si vede sin dall’inizio. Al 9′ Inzaghi va in rete con un colpo di testa magistrale, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Giusto. Passano pochi minuti e superPippo infila per la prima volta Sereni con un altro colpo di testa su assist di Beckham. Al 37′ il Milan raddoppia ancora sull’asse Beckham-Inzaghi. Poco prima della fine del primo tempo i rossoneri potrebbero allungare prima con Flamini, poi con Kakà ma in entrambe le occasione la palla termina alta sopra la traversa.

TRACOLLO GRANATA – Nella ripresa il Toro prova a riaprire la gara con Bianchi che dai 30 metri chiama Dida alla patata in due tempi. E’ solo un acuto, perché al 15′ Inzaghi cala il tris su verticalizzazione di Ronaldinho entrato al posto di un disorientato Pato. Passano 8′ e Sereni stende in area Ambrosini. Per Banti è rigore e Kakà trasforma alla destra del portiere granata. Il Torino accorcia al 35′ con un gol di Franceschini su azione d’angolo, ma il Milan è in palla e al 90′ conclude il pokerissimo con un diagonale di Ambrosini servito in area da Kakà.