24/06/2017

Germania e Ucraina, la Uefa è vostra. Doppio derby in semifinale

aprile 17, 2009 di  
Inserito in Europa League

bangoura

Bangoura e Dinamo in festa
copyright flickr.com

Non solo derby inglesi. Se la Champions è da un paio d’anni una sorta di replica di coppa d’Inghilterra, la coppa Uefa versione 2008-’09 non vuole essere da meno, regalandosi ben due derby in semifinale: Dinamo Kiev- Shakhtar Donetsk e Amburgo- Werder Brema. Nè spagnole nè italiane, tantomeno francesi o inglesi: gli atti finali di questa competizione saranno monopolizzati da Germania e, a sorpresa, Ucraina. Dopo il successo della scorsa annata dello Zenit, la Uefa potrebbe quindi volare ancora ad Est.

Dinamo Kiev- Paris S.G. 3-0
Gli ucraini, rispetto allo 0-0 dell’andata, sono un’iraddidio, e spazzano via senza tanti complimenti il PSG. Il discorso qualificazione viene virtualmente chiuso nel primo quarto d’ora grazie al bolide da fuori di Bangoura e al tragicomico autogol del numero uno francese Landreau che devia nella propria rete un innocuo campanile di Cearà. Il resto del match diventa pura formalità per gli uomini di Semin che triplicano al 61′ con Vukojevic e volano in semifinale.

Marsiglia- Shakhtar Donetsk 1-2
Ucraina- Francia 2-0. L’inaspettato e secco verdetto che condanna il calcio francese trova conferma nel match del Velodrome. La neocapolista della Ligue 1 non riesce a ribaltare il pesante 0-2 dell’andata; anzi, patisce un’altra sconfitta per mano della band Lucescu. L’OM prova a spingersi subito in avanti, ma il guizzo al 30′ di Fernandinho spegne il suo ardore. Ben Arfa, ribadendo di testa in rete una respinta di Pyatov, pareggia i conti al 43′ e restituisce una piccolissima speranza ai transalpini, spezzata però definitivamente al 93′ da Luiz Adriano. In semifinale sarà derby ucraino.

Manchester City- Amburgo 2-1
Rimonta fallita anche per i citizens, che vedono così naufragare una stagione partita con ben altri auspici, viste le ingenti spese estive. L’Amburgo parte intimorito, ma in rimessa è letale, e trova il pesantissimo gol del vantaggio con Guerrero al 12′. Al City servono così tre reti per pareggiare il risultato della North Bank Arena. Elano trova subito il primo su calcio di rigore (16′), ma gli inglesi non trovano più la via del gol fino al 95′, quando Caicedo firma l’inutile e tardivo 2-1. L’Amburgo raggiunge in semifinale il Werder Brema -matador della nostra Udinese- per una sfida tutta tedesca.