23/08/2017

Bundesliga: Wolfsburg solo al comando, riscatto Bayern

aprile 14, 2009 di  
Inserito in Bundesliga

grafite_dzeko

La supercoppia Dzeko-Grafite fa volare il Wolfsburg
copyright flickr.com

BERLINO- Dopo 27 giornate questa pazza Bundesliga sembra avere un nuovo padrone: è il Wolfsburg del sergente di ferro Felix Magath, nonchè degli italiani Barzagli e Zaccardo, costruita sui gol di Dzeko e del capocannoniere Grafite. Squadra ambiziosa, figlia della Volkswagen, quest’anno sembra finalmente pronta per uscire dall’anonimato e portare a casa uno Schale che avrebbe il sapore dell’impresa. A sette giornate dalla fine i punti di vantaggio sugli avversari (Amburgo e Bayern Monaco) sono soltanto 3, ma la progressione della squadra negli ultimi due mesi, e i risultati sbalorditivi, come il 5-1 rifilato proprio al Bayern, lasciano davvero ben sperare…

In testa- Detto del Wolfsburg, vittorioso 2-1 a Mönchengladbach grazie al solito Dzeko e a Riether; dobbiamo registrare le defaillance dell’Hertha Berlino e dell’Hoffenheim, le squadre più belle in autunno hanno fuso il motore proprio sul più bello. I berlinesi firmano il secondo tonfo di fila perdendo ad Hannover 2-0 (Hanke e Bruggink) mentre i SAP boys vengono presi a pallate da Sestak, autore di una tripletta per il Bochum in cerca di punti salvezza. Quanto sia contato l’infortunio di Ibisevic, quanto l’inesperienza di una squadra molto giovane e all’esordio in Bundesliga, quanto infine la sindrome da appagamento? Il risultato è che gli uomini di Rangnick stanno uscendo mestamente non soltanto dalla lotta per il titolo, ma anche da quella per l’Europa. E sarebbe davvero un peccato. Perde anche il solito Amburgo da trasferta, fermato questa 1-0 da uno Stoccarda ormai serio candidato per la vittoria finale, se è vero che davanti si va a passo di lumaca e che i punti da recuperare dagli svevi sono ormai soltanto sei. Di Marione Gomez al 90′ il gol vittoria. Il Bayern riscatta una settimana orribile (1 gol fatto, 9 subiti) strapazzando l’Eintracht 4-0 (Ribery, Toni, Lucio, Schweinsteiger). Con un piede e mezzo fuori dalla Champions i bavaresi non possono fallire in questo campionato senza padroni. Lo diciamo dall’autunno, questo Bayern non incanta. Sempre lontano non soltanto dalla vetta, ma anche dalla zona Champions all’andata, ha migliorato le sue sorti approfittando del crollo delle concorrenti e oggi è a 3 punti dalla vetta. Anche se alla fine dovesse spuntarla (plausibile), ci sarebbe davvero poco da festeggiare.

Le altre- A proposito di deluse. L’eterna incompiuta Bayer Leverkusen scivola nelle zone anonime di centroclassifica dopo il pareggio interno con un Werder ormai interamente proiettato sulla Coppa UEFA. Barnetta e Pizarro i protagonisti dell’1-1 finale. Percorso inverso invece per le due della Ruhr che ha braccetto si stanno dirigendo verso la zona Europa. Lo Schalke 04 vince 2-0 in casa contro il derelitto Karlsrhue grazie ai soliti Kuranyi e Farfan; il Borussia Dortmund si impone al Westfalenstadion contro il tranquillo Colonia 3-1 in rimonta: vantaggio iniziale di Vucicevic, poi ci pensano Subotic, Hajnal e uno sfortunato autogol di Geromel a raddrizzare l’incontro e continuare a coltivare il sogno Europa. Chiudiamo con lo scontro salvezza di Cottbus, dove l’Energie si impone 2-1 sull’Arminia grazie alla coppia bulgara Rangelov e Angelov.