18/11/2017

Cadono Cesena e Gallipoli, Pro Patria e Crotone vogliono la fuga

aprile 13, 2009 di  
Inserito in Lega Pro

Altro giro, altra corsa, altre emozioni nella giostra della Prima Divisione della Lega Pro. Nel girone A cade a sorpresa il Cesena sul campo del Monza e ne approfitta la Pro Patria, che vola a +3 dai bianconeri. Nel girone B, a rilento le prime, con un Gallipoli che cade ancora, questa volta a Sorrento, e un Crotone che guadagna ugualmente un punto grazie al pari interno con la Paganese.

pro-patria

Pro Patria
riprova la fuga

Girone A- Il Cesena, dopo il pari nel big match fra prime, si blocca sul campo del pericolante Monza, dopo l’uno-due biancorosso firmato TorriRossi: per la squadra brianzola tre punti per allontanare i play-out. Ne approfitta la Pro Patria che abbatte 3-1 la Spal. Toledo porta avanti i bustocchi sul finire della prima frazione, poi Do Prado e Fofana arrotondano il punteggio e Ghetti realizza la rete della bandiera estense, il sogno B per i lombardi si avvicina. Prezioso pari della Reggiana sull’ostico campo del Legnano, che passa avanti con Nizzetto, ma poi resta in dieci uomini per l’espulsione di Marietti e poi subisce il pari di Danilo Zini. Pareggio interno soffertissimo per il Ravenna a cospetto del Portogruaro, fra le squadre più in forma del momento: Cuffa e Abate portano i lagunari sul doppio vantaggio, ma Polo nel breve volgere di sessanta secondi firma il pareggio. Punti importanti in chiave play-off per il Verona e il Padova, ora appaiate a quota 41 a tre lunghezze dagli spareggi promozione: i gialloblù impattano a Novara, grazie al gol di Rantier, mentre i biancoscudati mandano sempre più giù la Cremonese, la cui stagione inizia a colorarsi a tinte fosche, grazie alla rete al 52esimo di Varricchio.
40 punti per la Lumezzane che batte e inguaia ulteriormente il Lecco, mentre il Venezia conferma la crisi di risultati del Pergocrema, oramai lontano dalla zona dei sogni. Ma cosa ancor più da sottolineare è l’avvicinamente del Venezia al penultimo posto, che varrebbe per lo meno la qualificazione ai play-out; sono solo due le lunghezze che separano la squadra di Serena dalla Samb. Samb che a sua volta perde a Sesto San Giovanni per 2-1: gol dei lombardi da parte di Bertolini e Beretta, gol ospite di Lanzoni.
In programma nella quint’ultima gara della regular season, un delicato testa coda come Cesena-Venezia, mentre gara dura per lo Pro Patria impegnata al Bentegodi contro l’Hellas. La Reggiana può dare una sterzata decisiva alla qualificazione play-off nella gara che la vedrà opposta al Pergocrema, mentre il Ravenna gioca a Cremona.

Girone B- Nel raggruppamento centro-meridionale da segnalare il rinvio, causa il disastroso sisma che ha colpito l’Abruzzo, delle gara che vedeva impegnate le squadre della regione: non si sono giocate Pescara-Arezzo e Lanciano-Taranto. Si sono giocate regolarmente tutte le altre gare in programma, con le prime che non fanno passi da gigante, ma danno comunque imporanti indicazioni per il futuro. Il Crotone viene bloccato in casa dalla buona Paganese di questo periodo: Pacciardi e Zarineh firmano l’1-1 finale. Era un passo falso qualora il Gallipoli avesse conto i tre punti a Sorrento, ma la squadra rossonera vince con il rigore trasformato da Ripa a dieci minuti dalla fine e complica i piani della squadra di mister Giannini. La Cavese è ora a tre punti dalla squadra salentina, dopo la vittoria preziosa contro il Foligno per 2-1 con gol tutti dopo la prima frazione: reti campane firmate da Favasuli e Tarantino e da Buscaroli per gli umbri. Evacuo e Troianello firmano il pareggio fra Benevento e Foggia, pari che non dà lo slancio ai rossoneri per agguantare la zona play-off.
Ancora Palmiro Di Dio gol e la Ternana guadagna un’altra buona vittoria, stavolta al cospetto del Potenza, ancora in lotta per l’ultimo posto, quello con cui si retrocede direttamente in Seconda Divisione. Lotta in cui non è esente la Juve Stabia, che cade nel derby contro la Real Marcianise. Combattuta partita al Renato Curi di Perugia, dove i locali ospitavano la Pistoiese: ospiti in vantaggio al terzo con  Rio, poi i Grifoni pareggiano e passano in vantaggio con Ferrari al 44esimo e Gatti al 77esimo, poi due minuti dopo Artistico fa pareggiare gli arancioni e Raimondi cinque minuti dopo regala tre punti importanti alla squadra umbra.
Nella prossima giornata, fondamentale Gallipoli-Benevento, che dirà tanto sulle ambizioni delle due squadre, mentre il Sorrento proverà a rifermare una della prime, questa volta il Crotone.