22/08/2017

Barcellona chiama, Real risponde. Valencia sale al quarto posto

aprile 13, 2009 di  
Inserito in Liga

iniesta

Iniesta stende il Recre
copyright flickr.com

Madrid– Prosegue il duello a distanza tra Barcellona e Real Madrid con l’ennesimo botta e risposta. Per la quarta giornata di fila le due duellanti al vertice vincono in contemporanea, mantenendo le sei lunghezze di distacco tra loro. Stavolta, a farne le spese sono Recreativo e Valladolid. Sempre più incerte, invece, le corse per la Champions e la salvezza. Il Malaga fa il colpaccio al Madrigal e permette al Valencia di scavalcare il Villarreal al quarto posto; ora vi sono ben quattro squadre raccolte in tre punti, anche in virtù del blitz dell’Atletico a La Coruna. In fondo, invece, sono ben nove le squadre coinvolte nel disperato tentativo di evitare il fatal terz’ultimo posto.

Botta e risposta– Bastano 40″ ad un Barcellona in formato minore -a riposo Eto’o, Xavi e Puyol in vista della trasferta di Monaco di Champions- per colpire il Recreativo. Il vantaggio targato Iniesta spiana la strada alla corazzata di Guardiola, che raddoppia nella ripresa con un’autogol, propiziato ancora dal centrocampista iberico. C’è tempo anche per un rigore sbagliato (incredibile dictu!) di Messi e una rete annullata agli ospiti, ma il 2-0 rimane tale. Lodevole ma inutile la resistenza opposta dal club di Huelva, che si ritrova ora al terz’ultimo posto. Il Real Madrid, invece, ci mette mezz’ora a prendere le misure al Valladolid, fatale all’andata. Stavolta, però, ci pensa la premiata ditta Higuain-Raul a mettere le cose in chiaro (43′), prima che venga negato un rigore ai viola (80′) e Robben trovi il raddoppio sul ribaltamento di fronte. Le merengues non mollano.

mata

Mata-gol, Valencia quarto
copyright flickr.com

Corsari per la Champions– Il colpo di giornata è del Malaga. La formazione di Tapia approfitta di un Villarreal distratto dall’imminente impegno Champions e sbanca il Madrigal con un 2-0 che non ammette repliche.  Reti di Duda e Eliseu Pereira. Il Malaga si avvicina così a -2 dal Sottomarino giallo e ‘vede’ il quarto posto a +3, detenuto ora dal Valencia. Il Pipistrello, infatti, corona il suo inseguimento, cogliendo il terzo successo di fila in campionato a Gijon. Una vittoria sudata e quanto mai sofferta: gli ospiti vanno in vantaggio con Villa e Silva, ma sono raggiunti prima da Barral e poi da Bilic. E’ Mata, in piena zona Cesarini, a trovare il colpo da tre punti (3-2). Torna in corsa anche l’Atletico Madrid, anch’esso corsaro. I colchoneros sbancano La Coruna in uno sorta di dentro o fuori per l’Europa: decisivi Aguero e Simao (2-1).

Sempre più intricata la lotta salvezza che vede nove squadre coinvolte. Clamoroso il colpaccio -l’ennesimo di giornata- del Getafe al Sanchez Pizjuan di Siviglia: risolve Gavilan all’82’. Espulsioni fatali per Racing e Athletic. La formazione di Santander cede in casa al Betis soltanto dopo il rosso a Ton0, che propizia il 3-2 definitivo di Emana, e si trova pericolosamente risucchiata nel gruppone. Il cattivo dei baschi, invece, è Ocio; la sua espulsione spiana la strada del successo ad un lanciatissimo Osasuna (2-1), al terzo successo di fila. Vola anche il Maiorca, che regola con un netto 2-0 l’Almeria. Non serve a nulla, invece, lo 0-0 tra Numancia e Espanyol. Le due compagini rimangono relegate agli ultimi posti e vedono notevolmente affievolirsi le loro speranze salvezza.