17/12/2017

Senna e Adebayor, una magia a testa. Parità tra Villarreal e Arsenal

aprile 8, 2009 di  
Inserito in Champions League

adebayor

Magia di Adebayor
copyright flickr.com

Vila Real – Una magia a testa e palla in centro. Finisce in perfetta parità il match d’andata dei quarti di Champions League tra Villarreal e Arsenal. Senna illude il Sottomarino giallo con un bolide terrificante in avvio di gara, ma la premiata ditta Fabregas-Adebayor risponde con un gol da cineteca nella ripresa. L’1-1 finale sta un pò stretto agli spagnoli, dominanti per 45′, e dà un leggero vantaggio ai Gunners in vista del ritorno. Anche se Wenger dovrà rinunciare ad Almunia e Gallas, due elementi chiave che son andati ad affollare un’infermeria già piena.

Sottomarino arrembante– Privo ancora di Van Persie e Diaby, Wenger recupera i suoi assi Fabregas e Adebayor e rischia dal 1′ Walcott. Nel primo tempo, però, non v’è traccia dell’Arsenal, ingabbiato e costretto sulla difensiva dall’ordinato 4-4-2 degli spagnoli, dove Cani prende il posto dell’infortunato Cazorla. Particolarmente ispirato il nostro Giuseppe Rossi; il suo moto perpetuo manda in crisi la difesa inglese, costringendo Song al disperato salvataggio sulla linea dopo appena 5′. Il gol è nell’aria, e arriva puntuale al 10′. E’ capitan Senna a trovare il jolly, scaricando un destro terrificante e preciso da più di 20 metri, su cui Almunia nulla può. Al 28′ un altro guaio per Wenger, che perde il portiere anglo-spagnolo, costretto a lasciar il posto a Fabianski. Il polacco, però, non fa rimpiangere il collega, rispondendo alla grande ai tentativi di Senna e Capdevila. Il Sottomarino giallo è un’iraddidio, l’Arsenal è alle corde e perde pure Gallas (stagione finita?). L’1-0 con cui si chiude la prima frazione sta strettissimo alla formazione di Pellegrini.

Magia Adebayor– Ben altra musica nella ripresa. Prevedendo la sfuriata dei londinesi, Pellegrini si copre con Fernandez per Cani. L’Arsenal inizia ad affacciarsi in avanti, ma deve ringraziare i suoi campioni se riesce ad acciuffare il pari. Fabregas lancia con il contagiri per Adebayor che stoppa di petto in mezzo a tre difensori e con una rovesciata spettacolare infila in rete. Un giocata in cui si fondono tecnica e atletismo, un vero inno al calcio che gela il Madrigal e risveglia i Gunners. Il Villarreal accusa il colpo e rischia di affondare sulle iniziative di Nasri e Walcott, finalmente incisivi. Pellegrini si tutela con Pires e Ibagaza, riuscendo a frenare le avanzate londinesi e chiudendo in avanti. Gli ultimi tentativi sono targati Senna -la solita botta dalla distanza- e Godin, il cui colpo di testa finisce alto. L’1-1, però, rimane tale: verdetto rinviato tra sette giorni all’Emirates Stadium.