23/10/2017

Ligue 1: In testa vincono tutte

aprile 7, 2009 di  
Inserito in Ligue 1 francese

benzema
Benzema torna a colpire
copyright flickr.com

PARIGI- Otto giornate al termine della Ligue 1 e sei squadre ancora in lizza il titolo. In Francia non si vedeva un campionato così combattuto dal secolo scorso, ovvero da prima dell’inizio della brutale dittatura del Lione. Oggi l’Olympique è ancora in vetta e favorito numero uno per succedere a se stesso, ma le avversarie non mollano un colpo. Nella 30° giornata infatti hanno vinto tutte le prime cinque, sbanda soltanto il Tolosa, che pareggia in trasferta a reti inviolate contro un Caen in piena zona retrocessione e bisognoso di punti.

In testa– Vittoria autoritaria del Lione, che a Le Mans ritrova in Benzema, autore di una doppietta, il leader indiscusso. Ma è l’ex juventino Boumsong ad aprire le danze nella vittoria al Leon Bollée. Di Le Tallec infine il gol della bandiera per i giallorossi. Vince in trasferta anche il Marsiglia, che si mantiene così ad un punto dalla vetta: perentorio il 3-0 inferto al Saint Etienne. Accade tutto in un quarto d’ora, tra il 60′ e il 76′: apre e chiude Niang, nel mezzo il gol di Brandao. I verts ad oggi sarebbero in Ligue 2. Si tiene stretto il terzo posto il Bordeaux che batte il Nancy 1-0 allo scadere grazie al franco-marocchino Chamakh; ma non molla nemmeno il Lille che va vincere alla Beaujoire per 2-0 contro un Nantes alle soglie della zona retrocessione. Dei soliti Bastos e Vittek le reti, una per tempo. Detto del pareggio esterno del Tolosa, chiudiamo con l’ultima reginetta: il Paris S.G. che si impone in casa come il Nizza per 2-1. Apre il solito Hoarau, chiude Traoré, nel mezzo il pareggio dell’interessantissimo Rémy.

Le altre Continua il momento d’oro del Valenciennes che grazie ad una doppietta di Darcheville schianta l’Auxerre e si mette forse definitivamente alle spalle la zona retrocessione. Stesso discorso per il Lorient che vince 3-1 a Grenoble, ed è tranquillo a +9 sulla terz’ultima. Del solito Gameiro, dell’emergente Obertan e di Amalfitano le reti. Chi invece perde un’ottima chance per chiudere le pratiche salvezza è il Monaco. Al Louis II passa il Le Havre, che ha già un piede nella fossa per 1-0. Chiudiamo con il netto successo del Sochaux sul Rennes, ben lontano dalla squadra ammirata nel girone di andata. I canarini si impongono 3-0 grazie alle reti del gioiellino Boudebouz (classe ’90 da prendere prima che il prezzo diventi improponibile), di Erding e Sverkos.