18/08/2017

Cesena e Pro Patria non si fanno male. Crotone mantiene la vetta

aprile 6, 2009 di  
Inserito in Lega Pro

ravenna

Colpaccio del Ravenna a Padova
copyright flickr.com

Tutto invariato nel girone B, dove le prime vincono tutte, mentre nel raggruppamento centro-settentrionale il pari nella super sfida fra Cesena e Pro Patria favorisce le inseguitrici.

Girone A- Nè vincitori nè vinti nell’attesissimo big match del “Manuzzi  tra Cesena e Pro Patria. Davanti ad un pubblico da far invidia a molte partite di B (più di 10mila spettatori), le due regine non si fanno male (0-0) e proseguono la loro corsa a braccetto. Match sostanzialmente equilibrato; i romagnoli, però, recriminano per un gol regolarissimo annullato a Motta (offside inesistente sul suo colpo di testa vincente) e imprecano contro la sfortuna per un palo.  Sotto le due capoliste, le inseguitrici fanno il loro dovere, dando la scossa decisiva alla qualificazione ai play-off e tornando a sperare nel primo posto. La Reggiana batte non senza qualche difficoltà il Lecco per 2-1: Carlini porta in vantaggio i neroazzurri, poi Scatanburlo e Maxwell danno ai granata di Pane tre punti davvero preziosi. Emiliani a -3 dalla vetta. Un gradino sotto, il Ravenna, che compie l’impresa di giornata, andando a batte a domicilio il Padova, che perde l’ultimo treno per il sogno promozione. Partita molto avvincente all’Euganeo, aperta dal gol del ravennate Pettinari all’ottavo minuto, poi doppietta di Rabito che illude i biancoscudati, ridestati da Zizzari e Filipi, e giallorossi candidati autorevoli alla promozione in B. Anche la Spal risponde presente e batte 3-1 il Venezia: gol estensi firmati Momentu, Arma e Cazzamalli, momentaneo pareggio lagunare di Lorenzi. Tra le inseguitrici con speranze play-off passo in avanti del Verona, che batte in casa il Pro Sesto per 2-0 con i gol di Pugliese e Tiboni nello spazio di tre minuti dal 27esimo al 30esimo del primo tempo. Pareggio fra Novara e Pergocrema, che si allontanano dalla zona spareggi promozione.
In basso la situazione va delineandosi sempre di più e alcune squadre hanno guadagnato punti importanti in chiave tranquillità. Il Lumezzane vince con il gol di Pintoni e lascia giù il Legnano, inguaiato come la Sambenedettese che perde in casa di misura contro la Cremonese, con la rete di Coda. Vittoria d’oro per il Portogruaro, lontano ora 9 punti dalla zona play-out, che complica i piani del Monza: i gol vittoria per i veneti firmati da Matteling e Specchia.
La prossima giornata c’è un interessante Pro Patria-Spal, mentre per il Cesena trasferta in quel di Monza.

moriero1

Il Crotone di Moriero ancora primo
copyright flickr.com

Girone B- Il Crotone va ad espugnare il campo del Lanciano e si conferma capolista del girone B: gol decisivo di Calil al 16esimo del primo tempo. Il Gallipoli, pur di misura, batte la Ternana, con un rigore di Ginestra all’83esimo minuto e resta nella scia dei calabresi. Cattaneo regala tre punti importanti in chiave play-off al Benevento, che espugna il difficile campo del Foligno. L’unica tra le prime a non vincere è la Cavese, che pareggia a Potenza solo negli ultimi minuti: 2-2 firmato da Aquino e Romeo per i campani e da Berretti e Cozzolino per i padroni di casa. La sconfitta in casa con il Marcianise costa cara ad Ugolotti, tecnico dell’Arezzo, esonerato dalla società amaranto:al suo posto ritorna Cari. Per la cronaca la partita con il Marcianise finisce 2-1 con i gol campani firmati entrambi da Innocenti e gol del momentaneo pari toscano realizzato da Chianese dal penalty. Il Foggia spera ancora nei play-off dopo aver battuto 2-1 il Perugia: vanno avanti i grifoni con Mazzeo, pareggia Germinale per i rossoneri e Mattioli segna un gol importantissimo all’ultimo respiro. C’è da segnalare che nel dopo partita, la società umbra ha lamentato una serie di aggressioni ai danni dei suoi tesserati da parte degli addetti dello stadio Zaccheria.
Taranto bloccato in casa dalla coriacea Pistoiese, che non molla la presa e la categoria: al gol pugliese di Silva, risponde Artistico. Dopo la burrasca, un pò di sereno per la Juve Stabia, che vince un importante derby contro il Sorrento, lasciando l’ultimo posto e interrompendo un pericolo vortice di sconfitte: 1-0 targato Mineo.
Prossima giornata, la quint’ultima della regular season, vedrà il Crotone impegnato contro un tranquilla Paganese e con la possibilità quindi di allungare, visto che il Gallipoli affronterà la non facile trasferta di Sorrento. Da segnalare anche un importantissimo Benevento-Foggia, con i rossoneri che vorrebbero agganciare la zona play-off e approfittare del non facile momente dell’Arezzo, che andrà a giocare a Pescara.