23/07/2017

Messico, brusco risveglio. Australia ad un passo dal Mondiale

aprile 2, 2009 di  
Inserito in Calcio Estero, Mondiali 2010

Rischia il Messico, volano gli Stati Uniti, Australia ad un punto dai Mondiali. Sono queste le news più succose che provengono dai gironi asiatici di qualificazione a Sudafrica 2010 e dall’Hexagonal, fase finale del raggruppamento nord e centro americano.

altidore

Hat trick per il baby prodigio Altidore
copyright flickr.com

HEXAGONAL– L’illusione è durata poco. Dopo la vittoria di sabato, il Messico di Eriksson ricade negli antichi vizi  e incassa un pesante ko in Honduras. La sconfitta dei centro-americani è ineccepibile, e complica la loro corsa verso il Mondiale. La difesa di Eriksson patisce eccessivamente l’assenza di capitan Marquez, regalando spazi invitanti al duo PavonCostly, mattatori del match. Al 45′ l’Honduras conduce già 2-0, al 78′ Costly cala il tris. Il penalty realizzato da Castillo è solo una magrissima consolazione. La panchina di Eriksson torna a traballare; il suo Messico, davvero inguardabile, scivola al quarto posto.
Ben altro umore in casa USA. Gli statunitensi hanno trovato il loro idolo, Jozi Altidore. Il 19enne promettentissimo bomber, dopo esser diventato il più giovane marcatore statunitense nella storia delle qualificazioni ai mondiali, delizia Nashville con uno spettacolare hat-trick. Trinidad e Tobago si arrende alle sue giocate e a quelle del partner d’attacco Donovan, e così gli Usa volano in testa al girone con 7 punti. Successo importantissimo anche per Costarica, che riscatta il ko in terra messicana. Decide il leader Centeno nel finale, dopo che Furtado aveva fallito un calcio di rigore. Costarica secondo a quota 6 punti.

Usa-Trinidad e Tobago 3-0
Honduras-Messico 3-1
Costa Rica-Salvador 1-0
Classifica: Usa 7, Costa Rica 6, Honduras 4, Messico 3, Salvador e Trinidad e Tobago 2

ASIA– Festa rinviata. Il Bahrain, battendo di misura il Qatar (Fouzi Aaish), impedisce all’Australia di diventare con larghissimo anticipo la prima nazionale già qualificata al Mondiale. Agli ‘aussie’, infatti,  manca ora un solo punto per acquisire matematicamente il pass. A Sidney contro l’Uzbekistan il compito però è stato più arduo del previsto. Gli asiatici hanno resistito fino al 66′, quando il neoentrato Kennedy ha sbloccato la contesa sull’illuminato suggerimento di Bresciano. 11 minuti dopo Kewell ha raddoppiato avvicinando gli oceanici ai Mondiali.
Nel gruppo 2, la Corea del Sud sfata la maledizione dell’X nel derby coreano. Dopo quattro pareggi consecutivi, infatti, la rappresentativa di Seoul ha sconfitto i cugini del Nord di misura. L’equilibrio è prevalso anche stavolta fino all’87’, ma una gemma su punizione di Kim Chi-Woo ha infranto il tabù. Successo che vale doppio per la Corea del Sud, nuova leader del girone. Tre punti pesantissimi arrivano anche per l’Arabia Saudita che aggancia la Corea del Nord a quota 10 ed estromette gli Emirati Arabi Uniti. I ‘re del petrolio’, però, escono a testa alta; i sauditi, infatti, vincono in rimonta con un soffertissimo 3-2 maturato a sette minuti dal termine.

Girone 1
Bahrain-Qatar 1-0
Australia-Uzbekistan 2-0
Classifica: Australia 13, Giappone 11, Bahrain, Qatar 4, Uzbekistan 4

Girone 2
Corea del Sud-Corea del Nord 1-0
Arabia Saudita-Emirati Arabi Uniti 3-2
Classifica: Corea del Sud 11, Corea del Nord 10, Arabia Saudita 10, Iran 6, Emirati Arabi Uniti 1