19/11/2017

Ribery tiene in vita la Francia. Spagna e Olanda avanti a gonfie vele

marzo 29, 2009 di  
Inserito in Mondiali 2010

ribery_francia

Ribery salva la Francia
copyright flickr.com

C’è viaggia a marce altissime, c’è chi non riesce nemmeno ad ingranare la prima. Se da un lato la partecipazione di alcune big europee è ormai scontata (Spagna e Olanda), dall’altro il Mondiale sudafricano rischia di perdere anzitempo alcuni nobili interpreti (Portogallo e Francia). Da Dublino arrivano invece buone notizie per l’Italia di Lippi, dove la Bulgaria blocca l’Irlanda (1-1) e permette agli azzurri di rimanere soli in testa al girone in attesa dello scontro diretto di mercoledì a Bari.

Nobili in crisi- Ribery salva Domenech e tiene in vita le speranze della Francia. L’esterno del Bayern decide con un gran sinistro da fuori la soffertissima trasferta in terra di Lituania, mantenendo i transalpini a – 5 dalla fuggitiva Serbia. Praticamente spacciata, invece, la Romania di Mutu, affondata proprio dai serbi a Costanta (3-2).  A fortissimo rischio eliminazione anche Svezia e (soprattutto) Portogallo, che non riescono a superarsi nello scontro diretto (0-0), e vedono allontanarsi Danimarca e Ungheria. I danesi passano senza problemi a Malta rafforzando la loro leadership (10 punti in 4 gare), i magiari tengono il passo con il blitz in terra d’Albania con il bltz firmato Torghelle (10 pt in 5 gare).

A gonfie vele– Sempre più in fuga Spagna e Olanda. I campioni d’Europa proseguono il loro filotto di vittorie piegando anche la Turchia, grazie al tap in di Piquè. Gli iberici hanno ora sei lunghezze di vantaggio sulla Bosnia, protagonista di una clamorosa vittoria in Belgio (4-2). Finisce 2-2 l’altro scontro Armenia-Estonia. Ancor più vicini alla qualificazione gli oranje, che battono con tris d’autore la Scozia (Huntelaar, Van Persie, Kuyt) e volano addirittura a +8 sui rivali.

olanda

Olanda sempre più vicina ai Mondiali
copyright flickr.com

Equilibrio e sorprese– Tutto come da pronostico nel gruppo 4, dove continua il duello GermaniaRussia. Nessun problema per i tedeschi che calano il poker contro il Liechtenstein (a segno Ballack, Jensen, Schweinsteiger, Podolski) e mantengono quattro lunghezze di vantaggio (ma con un match giocato in più) sulla nazionale di Hiddink, che a sua volta regola l’Azerbaigian (2-0, Pavlyuchenko, Zyrianov). Rimane in corsa anche la Finlandia corsara in Galles (2-0). Equilibrio anche nel gruppo 2: la Svizzera passa in Moldova (2-0) e aggancia in vetta la Grecia, frenata sul pari da Israele (1-1). Ma la sorpresa più grossa arriva dal gruppo 3. La piccola Irlanda del Nord, favorita da una super papera di Boruc e un’autorete di Zewlakow, batte la Polonia (3-2) e s’installa momentaneamente al comando. Slovenia e Repubblica Ceca, infatti, si bloccano a vicenda e lasciano strada agli irlandesi rendendo ancora più intricato il discorso qualificazione, con 5 squadre raccolte in tre punti.

I risultati del weekend di qualificazione europeo:

Malta- Danimarca 0-3
Albania-Ungheria 0-1
Portogallo-Svezia 0-0
Lussemburgo-Lettonia 0-4
Moldova-Svizzera 0-2
Israele-Grecia 1-1
Irlanda del Nord-Polonia 3-2
Slovenia-Repubblica Ceca 0-0
Russia-Azerbaigian 2-0
Galles-Finlandia 2-0
Germania-Lichtenstein 4-0
Armenia-Estonia 2-2
Belgio-Bosnia 2-4
Spagna-Turchia 1-0
Romania-Serbia 2-3
Lituania-Francia 0-1
Cipro-Georgia 2-1
Irlanda-Bulgaria 1-1
Montenegro-Italia 0-2
Olanda-Scozia 3-0